TAORMINA – Il Circolo Legambiente Taormina-Valle Alcantara chiede, attraverso la presidente Annamaria Noessing, una maggiore cura agli enti preposti per quanto riguarda la situazione degli accessi al fiume Alcantara.

“C’è da chiedersi come mai gli accessi al fiume Alcantara e ai lungo torrenti in Sicilia siano sempre ridotti a discariche. Per quale perverso retaggio culturale non associamo questi luoghi alle bellezze paesaggistiche, a luoghi di relax e meditazione? Da aggiungere che non vengono mantenuti i passaggi su demanio fluviale. I privati si sentono in diritto lungo l’Alcantara di erigere muri e piazzare cancelli non apribili su proprietà che per la vicinanza al fiume sono demanio fluviale e territorio parco”. 

© Riproduzione Riservata

Commenti