TAORMINA – Anche il Comune di Taormina, come quello di Giardini, sollecita l’avvio dei lavori per la sistemazione della bretella A18 a Calcarone, interessata da una frana lo scorso novembre. Sulla situazione che riguarda l’importante strada chiusa ormai dal 17 novembre e che ricade nel territorio di Giardini ma in pratica è strategica per l’intero comprensorio, il sindaco di Taormina, Mario Bolognari ha evidenziato la necessità che i lavori possano partire al più presto ma che si faccia anche una valutazione sullo stato dei luoghi.

“Il torrente Santa Venera – ha detto Bolognari – si è portato via un pezzo di bretella che collega l’autostrada e da oltre un mese ormai quella strada è chiusa – ha evidenziato il consigliere comunale taorminese, Giuseppe Sterrantino – ma non dimentichiamo che chi esce dal casello di Giardini e deve recarsi nel centro di Giardini dovrà passare da Calcarone stesso, congestionando quell’area o altrimenti andrà a Chianchitta (frazione che ricade sia su Giardini che Taormina), facendo delle inversioni ad U molto pericolose, con il rischio di incidenti. Serve una soluzione risolutiva o quella zona tra aprile e maggio diventerà invivibile”. 

© Riproduzione Riservata

Commenti