FIRENZE (ITALPRESS) – “Non riesco ad immaginare l’Italia con un presidente della Repubblica anti europeo, quindi credo che sia fondamentale e lo dò per scontato. Fa parte del dna del nostro Paese, fa parte del dna costituzionale del nostro Paese il fatto che l’impegno per l’Europa sia fondamentale ed uno degli elementi chiave, e sono sicuro che il nostro Paese avrà a fine gennaio un presidente o una presidente eletto a larga maggioranza ed eletto rapidamente dalle Camere riunite in seduta comune, e non con vecchi modelli come capitò in passato con lunghe settimane di votazione”. Lo ha detto il segretario del Pd, Enrico Letta, a margine di un convegno in svolgimento al Maggio Musicale Fiorentino a Firenze, a chi gli ha chiesto se sia d’accordo per l’elezione di un nuovo Capo dello Stato di impronta europea ed europeista.
“Credo che bisognerà dare un segnale e fare questa scelta in modo tale che sia anche una scelta rapida e credo che sì, sia una scelta che debba avvenire nel nome dell’Europa-ha aggiunto Letta-. L’Europa ci sta guardando, guarda all’Europa con grande attenzione perchè l’Italia è il maggior beneficiario dei finanziamenti europei, e quindi il fatto di usare bene questi finanziamenti europei è fondamentale per tutta l’Europa perchè se l’Italia usa bene i soldi europei ce ne potranno essere anche in futuro, se l’Italia viceversa usasse male i soldi europei credo che sarebbe un messaggio veramente pessimo. Anche di questo parlaremo oggi”.
(ITALPRESS).

© Riproduzione Riservata

Commenti