ROMA (ITALPRESS) – Termina con uno spento 0-0 la sfida tra Lazio e Galatasaray, con i biancocelesti che chiudono così al secondo posto il loro girone di Europa League alle spalle della formazione allenata da Terim: niente ottavi diretti ma play-off.
La prima frazione è combattuta, ma povera di emozioni. La prima occasione arriva di fatto al 42′ ed è abbastanza casuale. Van Aanholt calcia un corner a rientrare sul primo palo che viene fatto sfilare in maniera ingenua da Zaccagni, con la palla che termina sul palo facendo tirare un sospiro di sollievo ai padroni di casa. L’esterno ex Verona prova a rifarsi due minuti dopo quando se ne va bene sulla sinistra mettendo un pallone arretrato in area sul quale arriva Immobile, che con il mancino spara però alto da buona posizione.
La ripresa inizia sulla falsa riga dei primi 45 minuti, con i turchi attenti in difesa e rinunciatari in avanti. Dall’altra parte, i biancocelesti non riescono a trovare lo spunto giusto per impensierire l’ex di turno Muslera. Il primo guizzo degli uomini di Sarri arriva al 27′ quando Milinkovic-Savic effettua una buona sponda all’indietro dopo un lancio lungo trovando Immobile, che di destro calcia fuori dopo la deviazione di un avversario. Una fiammata che però non cambia l’andamento dell’incontro, con gli ospiti che non rischiano nulla riuscendo a portare al termine la contesa sullo 0-0 e sfiorando addirittura la vittoria con un fortunoso rimpallo in pieno recupero respinto con i piedi da Strakosha. La Lazio dovrà quindi affrontare un turno contro una delle terze classificate ed eliminate dai gironi di Champions League. Il rischio è quello di incrociare una tra Barcellona, Borussia Dortmund, Porto o altre rivali molto competitive. Sarà l’urna di Nyon a esprimere lunedì il verdetto.
(ITALPRESS).

© Riproduzione Riservata

Commenti