TAORMINA – Dopo un anno di stop a causa della pandemia e del lockdown, torna l’appuntamento a Taormina con il Presepe vivente a Trappitello. In occasione delle imminenti festività di Natale si rinnova l’appuntamento con una rappresentazione giunta alla 17esima edizione, a cura della parrocchia Sacro Cuore di Gesù-Santa Venera, diretta da padre Tonino Tricomi.

Il Presepe vivente a Trappitello andrà in scena con dieci recite già molto attese dal pubblico: a dicembre nei giorni 26-27-29-30 e poi a gennaio nei giorni 1-2-5-6-8-9. L’evento, con oltre 150 figuranti, è diventato un autentico unicum nel panorama delle celebrazioni delle tradizioni del Santo Natale in Sicilia ed ha richiamato negli anni la presenza di tantissimi visitatori da tutta l’isola ma anche da altre regioni come la vicina Calabria, incantando intere generazioni e raggiungendo così il dato record di oltre 25 mila spettatori di media nelle sue apprezzate edizioni più recenti.

L’ingresso al Presepe vivente di Trappitello sarà contingentato per via del necessario rispetto delle norme riguardanti sull’emergenza sanitaria da Covid. E’ previsto l’obbligo di mascherina e bisognerà essere in possesso di green pass.

© Riproduzione Riservata

Commenti