Renato Panvino nuovo Vicario della Questura di Catanzaro

TAORMINA – Nuovo incarico di prestigio e responsabilità per Renato Panvino, ex dirigente del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Taormina. Panvino, 53 anni, originario di Reggio Calabria, dopo due anni alla Questura di Nuoro, lascia la Sardegna e diventa il nuovo Vicario della Questura di Catanzaro. La nomina avvenuta nelle scorse ore riporta, dunque, in Calabria Panvino, nella terra dove in passato ha già ricoperto delicati incarichi investigativi, con particolare riguardo nella Squadra mobile di Reggio Calabria, nel ruolo allora di dirigente delle sezioni “catturandi” e “criminalità organizzata”. Tra il 2007 e il 2011, con il coordinamento del Procuratore aggiunto della Dda, Nicola Gratteri, Panvino e la sua squadra riuscirono ad assicurare alla giustizia oltre 40 latitanti.

Le indagini guidate da Panvino consentirono, in particolare, l’individuazione ed il successivo arresto dei mandanti e degli autori materiali della strage di Duisburg, la mattanza compiuta in Germania di sei ragazzi, crivellati il 15 agosto 2007 con 70 colpi di pistola dopo la festa del 18esimo di uno di loro. A questo drammatico fatto di cronaca fu poi ispirata nel 2019 la fiction Rai “Duisburg-Linea di Sangue”.

Panvino, in seguito ha diretto con importanti risultati il Commissariato di Polizia a Taormina e ha soprattutto ha lavorato a Catania presso la Direzione Investigativa Antimafia (con giurisdizione non solo su Catania ma anche sulle province di Messina, Ragusa e Siracusa, di cui è stato Capo Centro dal 2014 al 2019, guidando numerose operazioni di alto profilo investigativo che hanno toccato in quegli anni i principali (e scomodi) “santuari” del crimine e del potere in Sicilia.

Adesso Panvino torna in Calabria, a Catanzaro, dove ha già dimostrato sul campo uno dei più abili funzionari dello Stato nella lotta alla ‘Ndrangheta e dove la Procura della Repubblica è diretta da Nicola Gratteri, stimato magistrato da sempre in prima linea nel contrasto alle mafie. Al dott. Panvino vanno i nostri migliori auguri di un buon lavoro per l’incarico che si appresta a svolgere presso la Questura di Catanzaro.

© Riproduzione Riservata

Commenti