Giuseppe Amato

TAORMINA – Giuseppe Amato, pasticcere siciliano originario di Gaggi, ha ricevuto nelle scorse ore a Parigi il prestigioso titolo internazionale di “Meilleur Patissier 2021” dall’Associazion de Grandes Tables du Monde.

Quarant’anni, formatosi alla scuola alberghiera del compianto padre Salvatore Cingari a Giardini Naxos, Amato ha così ottenuto un riconoscimento di straordinaria importanza che rappresenta un motivo di orgoglio e vanto per lui e per il territorio che lo ha visto iniziare il suo percorso di vita e poi professionale. Amato può vantare oggi un curriculum di alto livello, ha conquistato in questi anni l’Italia e adesso il mondo, collaborando con diversi ristoranti prestigiosi nel nostro Paese e all’estero.

Eccellenza siciliana e italiana, figlio di grande talento del polo turistico di Taormina, Giuseppe Amato è accademico AMPI, coordinatore della Commissione “pastry chef” e capo pasticcere del team La Pergola di Roma (3 stelle Michelin). La sua affermazione è frutto delle capacità dimostrate sul campo e affinate con dedizione, sacrificio ed umiltà, sempre affiancato e sostenuto dai suoi affetti più cari. Qualità umane e morali abbinate alla passione innata per il mestiere e ad una scrupolosa cultura del lavoro hanno caratterizzato e determinato con pieno merito l’ascesa di questo ragazzo nel firmamento internazionale della pasticceria.

Giuseppe Amato porta così la pasticceria italiana in vetta al mondo con un riconoscimento fortemente simbolico e di alta valenza professionale, assegnato con le valutazioni ed il rigoroso giudizio dei migliori chef al mondo.

© Riproduzione Riservata

Commenti