TORINO (ITALPRESS) – Paulo Dybala proverà ad esserci. Parola di Massimiliano Allegri, che nella conferenza stampa alla vigilia di Lazio-Juventus non ha sciolto i dubbi sulla disponibilità dell’argentino, tornato acciaccato dagli impegni con la nazionale. “Lui vuole giocare, non ha problemi ma con il polpaccio bisogna stare attenti”, ha risposto il tecnico livornese. Quella con la Lazio sarà “una bella sfida tra due squadre che galleggiano in zona quarto posto, una partita dopo la sosta quindi difficile e importante. Finora ho visto solo i giocatori europei perchè i sudamericani sono arrivati un pò in ritardo. Sulla formazione non so nulla e dopo capirò chi verrà a Roma”. Sarà anche la prima volta contro l’ex Maurizio Sarri che nell’estate 2020 fu rimpiazzato da Andrea Pirlo dopo aver vinto il campionato: “Maurizio alla Juve ha vinto uno scudetto, è un ottimo allenatore e qui ha fatto un buon lavoro. Se questa squadra sia allenabile? Questo dovete chiederlo a lui perchè per me ogni squadra è allenabile”. Allegri ha poi detto che chiederà a Chiesa “di fare gol”. Un’arma in più contro una Lazio che non potrà schierare il suo bomber principe, Ciro Immobile: “Sarri ha costruito il suo Napoli senza centravanti e spero lo faccia dalla prossima partita”, ha risposto Allegri parlando dell’assenza dell’attaccante di Sorrento e delle contromisure che adotterà il suo collega. Di sicuro, dopo i tanti punti persi per strada, c’è da rimboccarsi le maniche. “Non bisogna pensare o parlare ma fare: siamo a 4 punti dal quarto posto, siamo indietro in classifica – ha ricordato Allegri – Le chiacchiere non servono a niente, servono i fatti che si fanno con i risultati. Dobbiamo pensare solo a fare, a cercare piano piano di migliorare nella fase offensiva, nella fase difensiva e nella classifica”.
(ITALPRESS).

© Riproduzione Riservata

Commenti