la ministra dell'Interno Luciana Lamorgese

TAORMINA – Si insedierà nella giornata di giovedì 11 novembre a Taormina la commissione nominata con decreto del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, sulla base delle indicazioni date dal Ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, per il dissesto finanziario al Comune di Taormina. La commissione incaricata è composta dal viceprefetto Tania Giallongo (viceprefetto), Lucio Catania (segretario generale) e Maria Di Nardo (funzionario economico finanziario in quiescenza).

A Taormina rimarrà in carica gli organi rappresentativi in carica, sia quelli eletti che i nominati (sindaco, Giunta, Consiglio comunale) che proseguiranno il proprio operato. La commissione si occuperà, invece, dei crediti e debiti dell’ente, maturati sino alla data del 31 dicembre 2020.

Al tramonto ormai del 2021, la commissione che sta per insediarsi rimarrà in carica, con molta probabilità, almeno per il prossimo anno e mezzo ed in buona sostanza sino alle elezioni amministrative, previste a Taormina nella primavera 2023. Di questioni da affrontare, d’altronde, la commissione ne troverà visto che sul fronte dei debiti il Comune di Taormina dovrà farsi carico di pagare circa 20 milioni di euro, mentre per quanto concerne i crediti nel tempo l’ente ha maturato la cifra record di circa 30 milioni di imposte non riscosse. Una cifra da record che, però, in gran parte è destinata a rivelarsi inesigibile.

© Riproduzione Riservata

Commenti