ROMA (ITALPRESS) – Un secco 3-0 casalingo, la vittoria esterna dell’Empoli a Reggio Emilia e un pareggio senza reti al Ferraris, nelle tre gare delle 15 dell’11esima giornata di Serie A. Il grande protagonista è Dusan Vlahovic che magari non starà vivendo un momento facile, ma che con una tripletta mette a tacere le critiche e i fischi e permette alla Fiorentina di superare una partita particolare per Vincenzo Italiano. Il tecnico vince la sua gara del cuore contro lo Spezia, squadra che proprio l’attuale condottiero viola ha portato storicamente in A, per poi ottenere una bella salvezza nel campionato successivo. I padroni di casa dominano e a fine primo tempo trovano la rete dell’1-0 realizzata da Vlahovic su un rigore concesso (dopo l’intervento del Var) per un mani di Gyasi che, però, lamentava la trattenuta di Milenkovic. Nella ripresa ancora l’attaccante serbo, dopo una splendida azione Saponara-Odriozola, firma il 2-0, quindi realizza la tripletta fissando il risultato sul 3-0.
Dopo lo storico successo di Torino sul campo della Juventus, il Sassuolo scivola in casa subendo la beffa al 92° con Zurkowski che completa la rimonta di un Empoli che si impone 2-1 e in classifica, oltre a scavalcare i neroverdi, aggancia la Juve a quota 15.
Match equilibrato che si sblocca al 44° con una sfortunata autorete di Tonelli sul cross dell’ex Traore. L’Empoli crea, lotta, rischia più volte di incassare anche il 2-0, ma all’83° trova il pareggio con un rigore realizzato da Pinamonti e, al 92°, trova il gol della vittoria con Zurkowski.
Finisce senza reti il match salvezza Genoa-Venezia, sfida tra due squadre che avevano bisogno di rimettersi in piedi dopo gli ultimi risultati negativi. Gara equilibrata, ma sono le difese ad avere la meglio sui reparti offensivi e il risultato non si sblocca. Un punto a testa che serve per muovere la classifica, ma che non soddisfa al 100% i due tecnici, in particolare Ballardini la cui panchina da qualche settimana scricchiola.
(ITALPRESS).

© Riproduzione Riservata

Commenti