GENOVA (ITALPRESS) – La Sampdoria batte lo Spezia 2-1 facendo suo il derby ligure, rialza la testa in campionato conquistando 3 punti che mancavano da un mese e si allontana dalla zona calda della classifica. Con D’Aversa squalificato e in tribuna, gli uomini di Tarozzi partono forte tanto che dopo appena 15 minuti sono avanti: Candreva batte una punizione tagliata, Gyasi tocca quel tanto che basta per allungare la traiettoria e beffare Provedel portando così in vantaggio la Sampdoria. Lo Spezia non ci sta e costringe Audero alla grande parata su Strelec appena due minuti dopo la rete subita. Il match è aperto, i doriani cercano il gol della sicurezza e lo sfiorano con Caputo che, di sinistro, colpisce a botta sicura. Il raddoppio, però, è nell’aria e arriva puntuale al minuto 36 con Gabbiadini che appoggia su Candreva; l’esterno calcia forte sul primo palo firmando così il raddoppio con il quale la Sampdoria va al riposo. La ripresa si apre con lo Spezia che prova a spingere e i padroni di casa che cercano di approfittare degli spazi lasciati dagli avversari per trovare la rete che chiuderebbe definitivamente la partita.
A rendersi pericoloso è Maggiore con un tiro cross che Audero alza in calcio d’angolo, poi tocca a Verde testare i riflessi del portiere doriano che risponde ancora una volta presente. L’occasione migliore, però, è quella che capita sui piedi di Bereszynski: il polacco, servito da Candreva, tocca sotto sull’uscita di Provedel, ma a strozzargli l’urlo in gol è la traversa che nega alla Sampdoria il 3-0. Allo scadere arriva la rete di Verde (gran gol) che rende meno amaro il passivo, ma sono i doriani, pur con qualche difficoltà, a festeggiare trovando la prima vittoria stagionale tra le mura amiche e conquistando 3 punti che mettono la panchina di D’Aversa al riparo dai primi scricchiolii.
(ITALPRESS).

© Riproduzione Riservata

Commenti