TAORMINA – Il Comune di Taormina cerca una banca per il nuovo affidamento del servizio di tesoreria comunale ma nessun istituto di credito si fa avanti. E’ l’esito della gara che aveva indetto Palazzo dei Giurati, che nel prendere atto di questa situazione ha determinato adesso di passare al “piano B”, avviare cioè una procedura alternativa che prevede una trattativa diretta per l’affidamento del servizio, che già il 19 agosto scorso era stato prorogato all’attuale tesoriere sino al 31 dicembre di quest’anno.

“Dato l’importo della prestazione richiesta e della scarsa appetibilità della stessa dimostrata dal mercato non solo in esito alla procedura di gara bandita da questo ente ed andata
deserta ma come esito generalizzato delle procedure aperte bandite dal settore pubblico, si ritiene opportuno procedere con una trattativa diretta ad un unico soggetto per non dilatare inutilmente la durata del procedimento di selezione del contraente, perseguendo anche obiettivi di efficacia ed efficienza dell’azione amministrativa;

Il valore della concessione in oggetto è stato rideterminato in 112 mila 500 euro complessivi (iva esclusa). A questo punto la casa municipale ha deciso di “reinvitare il tesoriere uscente alla procedura diretta di affidamento del servizio di tesoreria per il periodo 2021-2025”.

© Riproduzione Riservata

Commenti