ROMA (ITALPRESS) – Da qualche settimana, in Italia, si è dato il via alla somministrazione della terza dose di vaccino per alcune categorie di cittadini fragili. Nel complesso, la somministrazione della terza dose trova il parere positivo di 2 italiani su 3 (67,2%) e, di questi, il 38,9% si dichiara favorevole a una dose “booster” per tutti. A dirlo è un sondaggio di Euromedia Research.
Oltre a essere propensi, il 63,5% degli gli italiani si dice anche disposto a sottoporsi alla terza dose di vaccino nel caso fosse deciso dalle autorità – rivela il sondaggio -. In definitiva, per sconfiggere il virus e uscire finalmente dalla pandemia, oltre la metà degli italiani si dichiara favorevole a rendere obbligatorio il vaccino per tutte le categorie. Un’ipotesi, però, che non trova il riscontro positivo di tutti: se da un lato, tra coloro già vaccinati o in procinto di farlo, la condivisione è molto alta, dall’altro, tra gli indecisi – e, come è ovvio, soprattutto tra la parte no-vax – prevale la contrarietà a rendere il vaccino obbligatorio per l’intera popolazione.
Dati Euromedia Research – Realizzato il 21/09/2021 con metodologia mista CATI/CAWI su un campione di 1.000 casi rappresentativi della popolazione italiana maggiorenne.
(ITALPRESS).

© Riproduzione Riservata

Commenti