PALERMO (ITALPRESS) – “Le mafie oggi sono mafie degli affari ovvero si muovono nell’economia legale attraverso società, operano nei più ampi settori e via via acquisiscono terreno. Solo per il traffico di stupefacenti parliamo di un giro di 30 miliardi annui e se si guarda alle altre attività ci si rende conto che nel mercato vengono immesse quantità enormi di denaro”. Lo ha detto il procuratore nazionale antimafia, Federico Cafiero De Raho, nel corso del suo intervento a Palermo, allo Steri, al Corso di formazione della Scuola Superiore della Magistratura dedicato a Paolo Borsellino e al tema “Prevenire il condizionamento criminale dell’economia: dal modello ablatorio al controllo terapeutico delle aziende”.
(ITALPRESS).

© Riproduzione Riservata

Commenti