La lotta al Coronavirus fa registrare un altro importante momento di svolta. La casa farmaceutica Pfizer ha annunciato che il suo vaccino contro il Covid funziona anche nella fascia d’età 5-11 anni e che presto chiederà l’autorizzazione agli enti regolatori.

Finora il vaccino Pfizer-BioNTech era stato autorizzato dai 12 anni in su: con la fascia d’età infantile si darebbe probabilmente il colpo di grazia alla pandemia. Anche tra i bambini si renderà necessaria la seconda dose di richiamo.

Gli studi clinici avrebbero mostrato che il vaccino contro il Coronavirus è da ritenersi “sicuro, ben tollerato” e che ha prodotto una risposta immunitaria “robusta” nei bambini di età compresa tra i 5 e gli 11 anni.

Il vaccino – come riportato da TgCom24 – verrebbe somministrato a un dosaggio inferiore rispetto a quello utilizzato per i soggetti dai 12 anni in su. L’azienda ha inoltre affermato che avrebbe presentato i dati agli organismi di regolamentazione nell’Unione europea, negli Stati Uniti e in tutto il mondo “il prima possibile”.

Le aziende Pfizer e BioNTech stanno sperimentando il loro vaccino anti-Covid anche su neonati di età compresa tra sei mesi e due anni e su bambini di età compresa tra 2 e 5 anni. I risultati principali di questi studi sono attesi “prima di fine anno”, hanno affermato le società. Complessivamente, fino a 4.500 bambini tra sei mesi e 11 anni sono stati arruolati negli studi Pfizer-BioNTech negli Stati Uniti, in Finlandia, in Polonia e in Spagna.

© Riproduzione Riservata

Commenti