PALERMO (ITALPRESS) – Prima vittoria stagionale per il Torino, il Genoa ribalta il Cagliari, l’Udinese passa in extremis al Picco. Non mancano le emozioni nelle gare delle 15 del terzo turno di serie A, a partire dal 3-2 con cui la squadra di Ballardini passa in Sardegna rimontando due gol. La gara si sblocca al 16′, quando Sabelli contrasta fallosamente Keita in area e dal dischetto Joao Pedro, che qualche minuto prima si era visto annullare un gol per fuorigioco, porta avanti i sardi. Il Genoa prova a reagire ma la difesa di Semplici regge bene l’urto e nella ripresa, all’11’, Ceppitelli raddoppia di testa sul corner battuto da Dalbert. Ma il Grifone non molla e tre minuti dopo, sul cross dalla destra di Cambiaso, c’è lo splendido colpo di testa in torsione di Destro che tiene aperta la gara. La rimonta del Genoa si completa con la doppia incornata di Fares, al 24′ sugli sviluppi di un angolo e poi al 33′ su un altro cross del solito Cambiaso. Sorride anche il Toro, che supera 4-0 la Salernitana. La squadra di Juric fatica a creare, una conclusione di Singo abbondantemente a lato è il primo sussulto in 20 minuti. Il possesso palla dei granata supera il 70% ma di pericoli creati zero o quasi, Ansaldi va in gol ma sul lancio di Bremer era scattato in posizione irregolare. Poi una leggerezza di Milinkovic-Savic quasi costa cara ai granata e sull’angolo successivo è il palo a negare il gol a Di Tacchio. Singo resta il più pericoloso dei suoi (doppio colpo di testa su azione da calcio d’angolo), poi al 45′ ecco finalmente l’incornata vincente di Sanabria sul cross di Ansaldi. Nella ripresa Bremer vicino al gol di testa ma l’appuntamento è solo rinviato al 20′, quando sul secondo assist di giornata di Ansaldi trova lo stacco giusto. Nel finale c’è gloria anche per Pobega e Lukic per il 4-0 finale. Successo in extremis al Picco per l’Udinese sullo Spezia. Liguri insidiosi nelle prime battute con un colpo di testa di Antiste che non inquadra la porta, poi su uno sciagurato retropassaggio di Salva Ferrer, Zoet esce su Pussetto, l’arbitro Guida inizialmente assegna rigore ma poi il Var lo corregge e ammonisce l’argentino per simulazione. Più incisivo lo Spezia, con Maggiore che cerca con insistenza il gol del vantaggio, poi nella ripresa grande risposta di Silvestri su Verde e Agudelo che tiene inchiodato il risultato sullo 0-0. E a un minuto dal 90′ ecco il gran gol di Samardzic che regala i tre punti ai friulani.
(ITALPRESS).

© Riproduzione Riservata

Commenti