Salgono i contagi da Covid in Sicilia, prima regione italiana ad essere stata ricacciata in zona gialla e il presidente della Regione, Nello Musumeci chiede alle Prefetture di disporre controlli più stringenti. Le misure interesseranno anche la località di Taormina.

“Senza l’apporto dei prefetti tutto sarebbe stato più difficile in Sicilia in questo anno e mezzo di pandemia. Lo sanno anche le pietre. Ora, però, serve uno sforzo maggiore: una sorveglianza delle Forze dell’ordine più diffusa ed efficace, che scoraggi gli indisciplinati e alimenti fiducia nelle persone responsabili. Avverto in giro un pericoloso calo di attenzione”. E’ quanto scritto dal presidente Musumeci in una nota inviata alle Prefetture.

“È una fase delicata quella che viviamo in questi giorni: se aumentano i contagi, ma non i vaccini, la Sicilia rischia di tornare presto a chiudere. E non possiamo permetterci questo ulteriore sacrificio. Il presidente della Regione ha il compito di adottare le ordinanze, ma farle rispettare spetta al ministro dell’Interno tramite i prefetti. Se tutte le Istituzioni faremo rete la nostra Isola riuscirà a vincere anche questa terribile prova“, conclude.

© Riproduzione Riservata

Commenti