RIMINI (ITALPRESS) – “Sull’Afghanistan sono d’accordo con Letta su corridoi umanitari e non sono d’accordo con Conte perchè io il dialogo con i terroristi islamici non lo concepisco per principio e non lo legittimo. Ho incontrato ieri l’ambasciatore afgano e pakistano, io dialogo con chi rappresenta un’istituzione non chi dice che i diritti delle donne verranno garantiti nel nome della legge islamica, dialogo con qualcuno che riconosce le libertà come diritti fondamentali”. Così Matteo Salvini, segretario federale della Lega, al dibattito “Il ruolo dei partiti nella democrazia oggi. Incontro con i protagonisti della politica italiana” al Meeting di Rimini.
“L’Europa ha le sue colpe, anni fa ha negato le sue radici giudaico cristiane e difficilmente può riuscire a dialogare con qualcuno di altro da se. Tra i 10 paesi più popolosi al mondo ci sono la Cina, l’Indonesia, il Pakistan, la Nigeria e il Bangladesh, due miliardi e mezzo di persone, dobbiamo attrezzarci. Io sono per la libertà religiosa e di culto ma dialogo con chi riconosce la prevalenza del diritto della legge e della libertà rispetto alla legge divina. La legge di ogni Stato deve prevalere sul fanatismo e sull’integralismo”, ha concluso Salvini.
(ITALPRESS).

© Riproduzione Riservata

Commenti