Palazzo dei Giurati, sede del Municipio di Taormina

TAORMINA – Il sindaco Mario Bolognari smentisce che vi sia in vista il paventato aumento degli oneri di concessione per urbanizzazione. Il primo cittadino, infatti, ha smentito le recenti indicazioni che erano state date nei giorni scorsi dagli uffici comunali di Taormina ai professionisti recatisi a Palazzo dei Giurati. Bolognari rassicura che non ci sarà il temuto aumento, anzi la stangata che prospettava il passaggio dell’importo da versare da 8 euro al metro cubo a 38 euro al metro cubo.

“Gli oneri di costruzione e di urbanizzazione vengono aggiornati all’aumento Istat del 1%, decisione che non dipende dal dissesto, ma dalla legge che prescrive l’adeguamento agli indici Istat fatto periodicamente. Indipendentemente dal dissesto, quindi si sarebbe dovuto comunque fare. Faccio rilevare che gli aumenti del 400% paventati anche sulla stampa e da dichiarazioni azzardate da parte di nostri critici non avevano e non hanno alcun fondamento”.

“Infine i diritti di segreteria sulle medesime concessioni edilizie – aggiunge Bolognari – restano quelle in vigore, senza alcun aumento. Va aggiunto che è stata prevista la tariffa per la CILA, mai determinata precedentemente, che pertanto è una nuova previsione obbligatoria per legge”.

© Riproduzione Riservata

Commenti