VERONA (ITALPRESS) – Riparte la Serie A col solito spettacolo e, soprattutto, col pubblico sugli spalti, seppur col posizionamento “a scacchiera”. Il Sassuolo del debuttante tecnico Dionisi espugna il Bentegodi, superando per 3-2 il Verona del neo allenatore Di Francesco. A decidere la gara le reti Raspadori al 32′, Djuricic al 51′ e Traorè al 77′, inutile per gli scaligeri la doppietta di Zaccagni (il primo gol su rigore). Bella iniziativa di Frattesi al 17′, il centrocampista neroverde si incunea centralmente e scaglia il suo destro, ma Pandur dice di no. Al 31′ grande occasione per la squadra di Di Francesco: cross di Zaccagni, Kalinic tutto solo colpisce di testa ma il pallone si infrange sulla traversa. Un minuto dopo è Raspadori, campione d’Europa con la Nazionale di Mancini, a sbloccare la gara: ripartenza fulminea neroverde, il numero 18 del Sassuolo si presenta davanti al portiere e di piatto destro la mette all’angolino. Al 45′ episodio che complica ulteriormente la gara dei gialloblù con capitan Veloso che rimedia il secondo giallo per una tacchettata a Djuricic. Nella ripresa al 51′ il raddoppio: triangolazione Djuricic-Caputo, il numero 10 della squadra di Dionisi controlla e batte Pandur. Al 70′ il Verona la riapre con un rigore conquistato e trasformato da Zaccagni. Il tris del Sassuolo arriva al 77′ con una magia di Traorè, che dal limite batte Pandur con un perfetto tiro a giro. Al 90′ ancora in gol Zaccagni ma è troppo tardi. Primi tre punti in campionato per il Sassuolo.
(ITALPRESS).

© Riproduzione Riservata

Commenti