TAORMINA – Eligio Giardina torna ufficialmente in politica dopo tre anni ed entra nel tavolo politico dell’opposizione. L’ex sindaco – come avevamo preannunciato nei giorni scorsi – ha deciso di rientrare nella contesa in vista delle elezioni del 2023 e ha preso parte alla più recente riunione dei leader dell’opposizione.

L’ex primo cittadino, che ha guidato la città dal 2013 al 2018, viene indicato dai rumors come uno dei papabili per la nomination in vista della corsa alle urne per il 2023.

Giardina, nell’occasione, ha espresso la sua volontà di far parte dell’aggregazione, anche se ha chiarito che non è nelle sue mire l’obiettivo di una ricandidatura alla poltrona di sindaco. Una dichiarazione netta, quella di Giardina, che escluderebbe, insomma, sin da subito ambizioni di una sindacatura bis. Per qualcuno potrebbe trattarsi, tuttavia, di una presa di posizione strategica, utile a spostare su altri i riflettori e le pressioni.

Giardina potrebbe aspettare l’evoluzione dello scenario con fare sornione e con l’esperienza di chi sa che la strada verso le urne è ancora lunga. L’attesa servirebbe a “cuocere a fuoco lento” gli alleati (e competitori) per poi, magari, giocarsi le chance di candidatura nei mesi che precederanno il voto, quando appare possibile o probabile che l’opposizione si troverà ancora alle prese con il rebus di chi sarà il nome del candidato sindaco.

© Riproduzione Riservata

Commenti