Luigi La Spada

GIARDINI NAXOS – Tensioni nella maggioranza a Giardini Naxos, dove Forza Italia in una nota non risparmia critiche all’operato dell’Amministrazione e a chiedere un cambio di passo è il responsabile per gli Enti locali del partito azzurro, Luigi La Spada, esponente dell’aggregazione di governo. A conferma del clima di fermento in atto a Palazzo dei Naxioti l’avvenuto rinvio ieri della votazione sul bilancio che era prevista in aula ieri sera.

“Da mesi chiediamo al sindaco e alla coalizione che ha sostenuto la candidatura del dott. Giorgio Stracuzzi, un tavolo politico in cui tutte le componenti che hanno partecipato alla campagna elettorale possano avere la possibilità di dare il proprio contributo alla programmazione delle attività dell’Amministrazione, secondo il programma politico che abbiamo presentato agli elettori – spiega La Spada -. La nostra richiesta purtroppo sino ad oggi è rimasta senza risposta. Siamo fortemente preoccupati per quello che si sta verificando nella nostra città e siamo ancora più dispiaciuti ed increduli per la situazione incresciosa che si è creata intorno al Bilancio. L’assessore al ramo ha gestito il bilancio del Comune di Giardini Naxos come fosse un bilancio personale, parte della Giunta ha adottato un atteggiamento ostile nei confronti del Consiglio comunale e considerato che tale atto è fondamentale per il proseguo dell’attività amministrativa non si capisce a chi giova perpetrare questo clima di ostilità, di tutti contro tutti. Subito dopo la tanto agognata approvazione del bilancio ci auguriamo che finalmente si possa dare le risposte che la cittadinanza aspetta ormai da quasi un anno. Il nostro partito, presente in Consiglio comunale con i consiglieri Antonella Arcidiacono, nella veste di presidente del Consiglio comunale, e Katia Di Blasi, presidente della Commissione Bilancio, si sono trovati a discutere un documento economico di cui nessuno sembra conoscere i contenuti”.

“Nessuna collegialità nella formazione del bilancio, nessun coinvolgimento dei consiglieri comunali che sono quelli che alla fine devono votare e fare proprio il documento di programmazione – continua la nota -. Davanti a questa situazione, al fine di migliorare il bilancio con interventi qualificanti nel settore del sociale, i consiglieri comunali di Forza Italia hanno manifestato l’intenzione di presentare i seguenti emendamenti migliorativi: 1) riqualificazione e ristrutturazione del parco giochi inclusivo di Pallio per dotarlo anche di giochi per bambini disabili; 2) riqualificazione delle altre aree gioco, con sostituzione di giochi rotti e dove possibile inserimento di almeno un gioco per bambini disabili; 3) installazione di un elevatore al cimitero comunale per l’abbattimento delle barriere architettoniche, importante oltre che per i disabili anche per gli anziani; 4) installazione di un ascensore esterno nel palazzo comunale per permettere l’accesso a tutti i cittadini agli uffici comunali; 5) avvio del programma di sterilizzazione dei gatti randagi”.

“Alla richiesta di questi emendamenti al bilancio – aggiunge La Spada – abbiamo registrato l’ostilità del sindaco e dell’Amministrazione, in generale concretizzatasi con una forte pressione per evitare la presentazione degli stessi. Siamo sconcertati per il modo in cui sono stati trattati i nostri consiglieri, solo perché volevano dare il proprio contributo nella definizione del bilancio di previsione dell’ente, che è stato redatto e depositato al limite dei termini di legge ma anche avrebbe dato più libertà di intervento se fosse stato prodotto in tempi più celeri. Noi crediamo fermamente che sia ancora possibile voltare pagina rispetto al passato, a patto di riprendere un cammino condiviso da tutti i gruppi che hanno partecipato alla campagna elettorale. Vogliamo assicurare i cittadini che saremo disponibili ad ascoltare suggerimenti e consigli, inoltre, è volontà di tutti noi essere ancora più incisivi nei lavori del Consiglio comunale, attraverso proposte che porteremo al vaglio di questo organo, per dare il nostro contributo e migliorare l’azione amministrativa che fino ad oggi, purtroppo dobbiamo dire, non ha dato i risultati sperati”.

© Riproduzione Riservata

Commenti