Danilo Bevacqua

GIARDINI NAXOS – “La nuova Amministrazione comunale che doveva cambiare Giardini Naxos e che in campagna elettorale ha promesso ai cittadini “mari e monti”, sino ad oggi si è rivelata un flop. La luna di miele è già finita. Siamo di fronte a una maggioranza inconcludente, già divisa e che rischia di aggravare i problemi della città con la sua inadeguatezza”. L’attacco ai vertici di Palazzo dei Naxioti arriva dall’ex presidente del Consiglio comunale, Danilo Bevacqua che non risparmia bordate all’indirizzo dell’Esecutivo in carica e boccia i primi 9 mesi di governo della maggioranza che ha vinto le elezioni nell’ottobre 2020.

“Il cambio di passo promesso dall’aggregazione del sindaco Stracuzzi non c’è e nessuno lo ha visto – afferma Bevacqua -. Si è detto e sbandierato che con questa Amministrazione Giardini avrebbe voltata pagina ma i fatti raccontano una realtà molto diversa, con una gestione improvvisata della cosa pubblica e una Giunta che naviga a vista. I problemi che affliggono il paese non sono di semplice risoluzione, c’è una crisi scaturita dalla pandemia ma non si sta facendo nulla per mettere in sicurezza il futuro delle attività economiche che a settembre rischiano di chiudere di nuovo e rimanere ferme sino alla prossima primavera”.

“Sulla raccolta rifiuti adesso c’è una ditta incaricata per 7 anni – rimarca Bevacqua – ma l’emergenza continua e non si può dire soltanto che la colpa sia dei cittadini. Cosa sta facendo la Giunta per contrastare il problema? Chi c’era prima ha dovuto governare con ordinanze e in regime di provvisorietà, chi c’è adesso non ha più alibi. Vorrei capire che fine ha fatto poi il Pudm (piano utilizzo del demanio marittimo) e che intenzioni ha questa Giunta. Ma soprattutto c’è chi si prende dei meriti senza averli sul piano di riequilibrio. L’ex Amministrazione ha sempre rispettato gli impegni, si assunse la responsabilità di fare un piano di riequilibrio per evitare il dissesto ed è un piano che da 8 anni a questa parte è stato rispettato come riconosciuto dalla Corte dei Conti e dal Ministero. Il merito è di chi lo ha fatto quel piano e non di chi è arrivato ieri e ora se ne fa vanto. Vogliamo, semmai, capire perchè non è stato ancora approvato il bilancio. Intanto hanno aumentato l’Imu senza alcun motivo e si fa finanza creativa sulla pelle dei cittadini”.

“Giardini è scomparsa dal panorama regionale e provinciale, non ha voce in capitolo e vive all’ombra di Taormina – continua Bevacqua -. Esistono dei progetti da far finanziare? Questi amministratori vanno a Palermo ogni tanto? Sulla nuova tratta ferroviaria che posizione ha il Comune? Non si può dire sempre che è tutta colpa di chi c’era prima. Anziché fare proclami e perdersi nei soliti personalismi, l’Amministrazione faccia una riflessione o andrà incontro a quattro anni disastrosi. Non a caso la maggioranza, dopo 8 mesi dal voto, è già divisa in correnti e da una parte c’è il sindaco con i suoi pretoriani e dall’altra qualche assessore e un paio di consiglieri comunali”.

© Riproduzione Riservata

Commenti