TOKYO (GIAPPONE) (ITALPRESS) – “Quando abbiamo capito quale sarebbe stato il quartetto? Nell’ultimo raduno, solo in quel momento abbiamo intuito che il nostro quartetto sarebbe arrivato ai Giochi. E’ un gruppo super unito, ci vogliamo bene, abbiamo
lavorato tanto insieme: sapevamo che avremmo potuto fare qualcosa di grande e lo abbiamo fatto”. Lo ha dichiarato Marcell Jacobs in conferenza stampa a Casa Italia. “Sto ancora cercando di realizzare il primo oro, figuratevi il secondo. Vedere il mio nome vicino ai più grandi dell’atletica di tutti i tempi è qualcosa di incredibile, una immensa soddisfazione. Sono arrivato qui rimboccandomi le maniche, ora voglio cercare di godermi questo momento”.
“Speriamo che i genitori portino i loro figli nei campi di atletica. Lo sport insegna tanto: non bisogna arrendersi alla prima difficoltà, non bisogna mollare perchè nella vita non ti regala niente nessuno. Io spero di essere un esempio per i ragazzi” ha detto Jacobs.
(ITALPRESS).

© Riproduzione Riservata

Commenti