TAORMINA – Archiviato il mese di luglio, Taormina si prepara ad un agosto all’insegna del turismo “mordi e fuggi” che quest’anno è stato anche ribattezzato “turismo domestico”. In tempi di pandemia e di crisi molti cittadini hanno scelto di restare nella propria regione per fare una vacanza di qualche giorno o persino di un fine settimana, se non una tappa addirittura “tocca e fuga” in giornata.

Con le ultime partenze del mese di luglio, secondo l’indagine di Coldiretti salgono a 14,8 milioni gli italiani che hanno fatto vacanza a luglio, con un aumento del 9% rispetto allo scorso anno. Secondo i rilevamenti di Coldiretti, si tratta di numeri ancora lontani dal periodo pre-covid, considerando anche la mancanza di turismo straniero che ha subito una brusca frenata a causa della ripresa dei contagi in Europa. Almeno il 33% dei vacanzieri resterà quest’anno all’interno della propria regione, secondo un’indagine Coildiretti/Ixe’ (15 milioni di persone in tutta Italia) ma è un dato che in Sicilia è di proporzioni ancora più nette e significative.

In Sicilia Taormina è in vetta alle destinazioni prescelte dal turista che si sposta all’interno dell’isola e vede nella Perla dello Ionio la meta preferita. Si va per lo più all’assalto degli appartamenti in affitto, seconde case, e alloggi a prezzo conveniente. E’ un trend che evidentemente non basta per risollevare il territorio dalla crisi ma che in ogni caso caratterizzerà i prossimi 15-20 giorni.

© Riproduzione Riservata

Commenti