TAORMINA – Controlli stringenti della Polizia di Stato a Taormina e raffica di sanzioni e chiusure di locali per il mancato rispetto delle norme anti-Covid e l’inosservanza delle vigenti disposizioni sulla diffusione di musica. Gli agenti del Commissariato di Taormina stanno intensificando le attività di controllo sul territorio su richiesta del Questore di Messina, Gennaro Capoluongo, che ha richiesto una particolare attenzione e dunque di alzare i livelli di guardia in questa fase sulla Perla dello Ionio, capitale del turismo siciliano e meta per eccellenza di presenze non soltanto di turisti ma anche di numerosi soggetti provenienti dall’hinterland e da altre province.

Gli accertamenti da parte della PS, guidati dal Vicequestore Fabio Ettaro, hanno portato alla chiusura di quattro locali, per effetto di irregolarità riscontrate in particolare all’esterno degli esercizi dove si notavano situazioni di assembramenti e venivano trasgredite le norme contro la diffusione del Coronavirus. Inoltre in alcuni casi di effettuava la diffusione di musica, sempre all’esterno, ad alto volume oltre i limiti consentiti. Le circostanze in cui sono stati riscontrati assembramenti ed emissioni sonore con impianti non consentiti o al di sopra della soglia prevista, hanno portato a delle sanzioni ed in particolare la Polizia ha disposto la chiusura per 5 giorni di quattro locali.

La Polizia a Taormina sta effettuando, inoltre, alcuni particolari servizi tra i quali il poliziotto di quartiere per innalzare ulteriormente i livelli di sicurezza in città in un periodo nel quale, alle porte di agosto, si comincia a registrare un sensibile incremento delle presenze sul territorio. Curiosità ha poi destato anche la presenza dei poliziotti a cavallo (reparto che fa capo alla Questura di Catania): un servizio apprezzato dai cittadini e con diverse famiglie che, insieme ai loro bambini, si sono avvicinate anche chiedendo di poter fare delle foto ricordo.

Proseguono anche le attività riguardanti la lotta allo spaccio di sostanze stupefacenti anche attraverso controlli e posti di blocco posti in essere in alcune aree strategiche per la circolazione a Taormina, a Giardini Naxos e nei vari comuni dell’hinterland.

© Riproduzione Riservata

Commenti