Paola Costa, presidente di Taoxenia

TAORMINA- Quasi il 60% delle presenze nel settore extra-ricettivo e dunque nell’ambito dell’accoglienza “familiare” a Taormina in questo momento è caratterizzata dal movimento di turisti italiani. E’ quanto emerge da un’analisi sull’andamento dei flussi turistici da parte dell’associazione Taoxenia, realtà di riferimento del comparto extra-alberghiero (b&b, case vacanza, etc) nella Perla dello Ionio.

“Le previsioni sulle presenze che avevamo fatto nel mese di giugno sono state sostanzialmente riconfermate – spiega Paola Costa, presidente di Taoxenia -. Si era previsto, analizzando i dati a nostra disposizione su previsioni di vendita ed anticipi di prenotazione, che l’area di Taormina avrebbe avuto un 59% di prenotazioni di viaggiatori italiani nei mesi di luglio, agosto e parte di settembre, mentre il rimanente 41% sarebbe stato ad appannaggio dei viaggiatori delle “top ten nations”, quindi adesso, quasi alla fine di luglio, possiamo affermare che così è stato: molto forte è stata la presenza di viaggiatori provenienti dalla Svizzera, dalla Francia, dai Paesi Bassi, dalla Spagna e anche dalla Polonia, dalla Danimarca e dal Belgio”.

“Gli scostamenti, su tale percentuale – continua la presidente di Taoxenia -, si sono verificati in maniera trascurabile per il mercato del Regno Unito e degli Stati Uniti, che come sappiamo ha difficoltà a partire. Malgrado tutte le incertezze possiamo, tuttavia, affermare che Taormina insieme ad altre destinazioni del Sud, rimane in vantaggio rispetto alla stessa data dell’anno precedente e questo ci porta a sperare che i volumi a fine stagione saranno decisamente migliori del 2020”.

Secondo Taoxenia “i numeri, le previsioni ed i patemi sono quelli di una stagione incerta che si caratterizza con degli “start and stop”, in attesa di agosto che a Taormina parlerà quasi sicuramente “italiano””. “Si rimarca comunque “la buona notizia che gli scali aeroportuali di Catania e Palermo hanno annunciato numeri molto incoraggianti per gli arrivi, tanto da paragonare i dati di agosto 2021 a quelli del 2019”.

Intanto nell’ambito delle attività di TaoXenia, che ha avuto un ruolo tra i soci fondatori della Federazione Nazionale F.A.R.E. (Federazione Asssociazioni Ricettività Extralberghiera), la presidente Paola Costa e’ stata adesso eletta delegata regionale per le strutture ricettive non imprenditoriali Regione Sicilia: “Un piccolo passo, ma concreto – evidenzia Costa – per dare voce a livello regionale e nazionale alla nostra realtà extralberghiera che ha bisogno di poche norme, chiare e dirette che stabiliscono il perimetro dell’attività e di ciò che è espressamente vietato”.

© Riproduzione Riservata

Commenti