la sottosegretaria Barbara Floridia

TAORMINA – La preside scrive al Ministro della Pubblica Istruzione e arriva la contromossa del sindaco di Taormina. Dopo la dura presa di posizione della dirigente dell’Istituto Comprensivo 1 di Taormina, che ha rappresentato al Governo e al Prefetto di Messina la preoccupazione per la situazione dell’edilizia scolastica nella Perla dello Ionio, e che ha richiesto la nomina di un commissario ad acta, adesso il primo cittadino, Mario Bolognari, ha reso noto ieri mattina che “lunedì 26 luglio in Prefettura avrà luogo una riunione con la sottosegretaria per l’Istruzione, sen. Barbara Floridia, per un approfondimento sui temi della scuola”.

“Segnalerò le problematiche sollevate dalla dirigente Carla Santoro con la recente richiesta di commissariamento per richiamare l’attenzione del ministero e per verificare la reale possibilità di questo commissariamento – ha detto Bolognari -. Del resto, le notizie che pervengono da tutta Italia e il tono della convocazione della perfetta Di Stani indicano una situazione critica generalizzata nella quale la situazione dell’edilizia scolastica di Taormina si riflette abbastanza”. Il sindaco, ad ogni modo, per adesso preferisce non sbilanciarsi su quelle che saranno le prospettive in vista del nuovo anno scolastico: “Soltanto dopo l’incontro potrò dire qualcosa che non siano solo parole”.

La dirigente dell’Istituto Comprensivo, dopo aver inviato la lettera al Ministro e al Prefetto, aveva poi ribadito le sue preoccupazioni rincarando la dose ed evidenziando, qualche giorno fa, “il silenzio assordante del Comune di Taormina sulla vicenda”. Ora arriva la risposta del sindaco, che si prepara a prendere parte ad un confronto in Prefettura nel quale si valuterà la situazione e come poter affrontare il nuovo anno scolastico che si avvicina

© Riproduzione Riservata

Commenti