TAORMINA – Si intensifica la lotta agli “zozzoni” nel territorio comunale di Taormina e arriva una raffica di multe nei confronti di cittadini che si sono resi autori di vari episodi di conferimento selvaggio di spazzatura in orari e modalità che trasgrediscono la vigente ordinanza sulla raccolta rifiuti, n.7 del 12 febbraio 2019. Nelle ultime ore sono stati elevati dalla Polizia locale ben 11 verbali, dal 13 al 15 luglio, tutti nella frazione di Trappitello. A queste multe se ne aggiungono altre 9 elevate dal 7 al 12 luglio scorso in un condominio sempre a Trappitello. Si tratta di una intensa attività sanzionatoria coordinata dal vicecomandante della Polizia locale, Daniele Lo Presti. A seguito di controlli nei luoghi e relativi servizi di presidio delle aree a rischio e per effetto anche del posizionamento di foto trappole sul territorio, sono state così formalizzate in pochi giorni numerose multe per un importo che raggiunge quota 2650 euro. L’abbandono di rifiuti è stato constatato nella quasi totalità delle circostanze in pieno giorno senza alcun rispetto per le disposizioni comunali.

Ai cittadini che si sono resi autori di questi gesti e sono stati individuati è stata elevata una multa che in diversi casi è di 400 euro. E’ in atto, insomma, una vera e propria lotta senza quartiere e, a questo punto, senza tregua ad episodi di degrado urbano che sempre più spesso vanno a sporcare il territorio e rappresentano anche un pericolo di carattere ambientale.

Una delle zone maggiormente prese di mira da queste sacche di inciviltà è quella di Santa Venera, a Trappitello, dove in prossimità dell’omonimo torrente si registrano frequenti atti di conferimento selvaggio di materiali di scarto di ogni genere che vengono abbandonati vicino al corso d’acqua, con il pericolo che poi la furia delle acque in concomitanza con le prime piogge possa trascinare quei rifiuti e che si verifichi una “bomba ecologica” comprensoriale. Un’insidia concreta, una minaccia non solo per Taormina, ma anche per le vicine località di Giardini Naxos e Castelmola, visto che attorno al torrente abitano diverse persone residenti in questi comuni.

L’obiettivo del Comune di Taormina è quello di imprimere una stretta che possa essere quanto più incisiva possibile per arginare gli episodi di abbandono dei rifiuti e per fare rispettare l’ordinanza sulla raccolta rifiuti. Potrebbero presto essere posizionate sul territorio anche delle ulteriori telecamere, in particolare le foto trappole che stanno consentendo di far luce su questi gesti indecorosi.

© Riproduzione Riservata

Commenti