TAORMINA – L’estate 2021 si sta confermando, come da previsioni, all’insegna del turismo di prossimità e i numeri degli anni scorsi sul fronte degli arrivi stranieri restano ancora decisamente lontani. Intanto da una ricerca di Coldiretti sembra esserci qualche speranza di incrementare i flussi riguardanti il mercato turistico interno per le località come Taormina che puntano tutto sul turismo stagionale.

Sono 14,8 milioni gli italiani che hanno deciso di andare in vacanza a luglio, con un aumento del 9% rispetto allo scorso anno (ma il dato resta inferiore a quanto registrato nel 2019, prima della pandemia). E’ quanto emerge dall’analisi Coldiretti/Ixè. Le vacanze 2021 registrano una netta preferenza verso le mete nazionali, soprattutto per i limiti e le incertezze ancora presenti per i viaggi all’estero nonostante l’arrivo del Green pass.

La spiaggia resta la meta preferita – La conferma che l’emergenza Covid abbia condizionato la scelta del luogo è rappresentata dal fatto che ben il 33% dei vacanzieri resta all’interno della propria regione e solo il 6% prevede di andare all’estero. Se la spiaggia resta la meta preferita, tiene il turismo in montagna e quello di prossimità con la riscoperta dei piccoli borghi e dei centri minori nelle campagne italiane, in alternativa alle destinazioni turistiche più battute, mentre crollano le presenze nelle città.

La maggioranza degli italiani in viaggio – precisa la Coldiretti – ha scelto di riaprire le seconde case di proprietà o di alloggiare in quelle di parenti e amici o in affitto. Ma nella classifica delle preferenze ci sono anche le pensioni e gli alberghi e molto gettonati sono gli agriturismi.

Più turisti dall’estero – Più marcato l’aumento delle presenze dall’estero con un 1/3 di arrivi in più di turisti stranieri fra luglio e agosto anche grazie al via libera del Green pass, secondo le elaborazioni Coldiretti su dati Isnart. Una previsione che – sottolinea la Coldiretti – conferma la buona percezione a livello internazionale dell’andamento della campagna vaccinale contro il Covid e della riduzione dei nuovi contagi in Italia.

Tra gli svaghi preferiti dei turisti italiani e stranieri accanto ad arte, tradizione, relax e puro divertimento, c’è la ricerca di cibo e vino locale, diventata il vero valore aggiunto delle vacanze Made in Italy nel 2021 con circa 1/3 del budget destinato proprio all’alimentazione per consumi al ristorante o per l’acquisto di souvenir.

© Riproduzione Riservata

Commenti