ROMA (ITALPRESS) – Gioca sul velluto e dilaga. Blinda la porta per la quinta volta su cinque ma soprattutto ritrova definitivamente Harry Kane, autore di una doppietta. A Roma l’Inghilterra travolge l’Ucraina 4-0, conquista il pass per la semifinale di Wembley contro la Danimarca e lancia un segnale forte anche a Italia e Spagna. Finisce nel peggiore dei modi l’Europeo della squadra di Shevchenko che va sotto al primo affondo dopo appena 4′. L’1-0 nasce sull’asse composto da due protagonisti che fin qui hanno offerto un diverso livello di prestazione. Sterling, il migliore fin qui, autore dell’assist per Kane che, dopo essersi sbloccato solo agli ottavi, firma il suo secondo gol nel torneo con un destro in spaccata a tu per tu con Bushchan. Ritmi lenti, l’Inghilterra va a folate e al 17′ rischia di farsi male da sola. Una sbavatura di Walker apre una prateria a Yaremchuk che col mancino sul primo palo chiama Pickford ad uno dei pochi interventi della partita. Passato lo spavento, l’Inghilterra torna a fare gioco. Al 32′ si scatena il solito Sterling sulla sinistra, la palla termina al limite dell’area dove è preda di Rice la cui botta dalla distanza costringe Bushchan all’intervento coi pugni. La ripresa segue lo stesso copione della prima frazione di gioco. Anzi, stavolta nel giro dei primi 5′ arrivano persino due gol. Prima di Maguire al 46′ con uno stacco aereo vincente sugli sviluppi di un calcio piazzato dalla sinistra. Poi al 50′ con Harry Kane che impreziosisce un cross di Shaw con il colpo di testa del 3-0. Al 62′ il numero 9 sfiora persino la tripletta con una conclusione al volo splendida ma Bushchan si supera e nega la gioia del terzo gol. Ma sul corner seguente c’è il poker: angolo di Mount, colpo di testa di Henderson e 4-0. Strada in discesa e torello involontario nella seconda fase della frazione di gioco. Ora tra l’Inghilterra e il sogno della finale di Wembley c’è solo la Danimarca.
(ITALPRESS).

© Riproduzione Riservata

Commenti