GIARDINI NAXOS – La Giunta di Giardini Naxos ha individuato e istituito delle aree urbane da destinare al parcheggio a pagamento in vista della stagione estiva da poco iniziata. La casa municipale ha disposto, con apposito atto esitato dall’Esecutivo del sindaco Giorgio Stracuzzi, un atto di indirizzo che prevede l’assegnazione delle risorse finanziarie per avviare un servizio strategico nell’ambito dell’accoglienza dei visitatori in città. Il tutto si concretizzerà mediante l’impiego di parcometri e relative tariffe.

Le aree individuate per il parcheggio a pagamento sono 15 nel territorio comunale e più esattamente: Via Umberto, dal civico 172 al civico 353; la Via IV Novembre da inizio piazza Giovanni Paolo II al civico 271; parcheggio San Giovanni “Di Matteo”; via Pancrazio De Pasquale; via Consolare Valeria dall’ex passaggio a livello sino al fronte-stante del civico 14; via Larunchi sino al civico 11; viale Dionisio; parcheggio grande “Largo delle Ninfee” (zona Recanati); parcheggio piccolo all’angolo di Via Nixa (zona Recanati); via Jannuzzo (dalla piazza Apollo Arcagete all’incrocio con viale Dionisio); via Stracina; via Pietre Nere; via Porticato, ed il parcheggio della Rotonda Anas. Le tariffe per ogni ora di sosta saranno pari a 2 euro per le vie Vittorio Emanuele e Consolare Valeria, mentre pari ad 1 euro per le restanti vie della città. L’abbonamento mensile ai residenti costerà 10 euro, mentre quello mensile per i lavoratori dipendenti 20 euro, e l’abbonamento mensile ai proprietari di immobili non residenti costerà 40 euro mentre 60 euro ai non residenti.

La Giunta ha dato mandato agli uffici di reperire adesso la somma necessaria per l’affidamento del servizio di noleggio parcometri con i relativi adempimenti richiesti ad una ditta esterna. E’ stato, altresì, richiesto di espletare al più presto tutti i relativi atti successivi e consequenziali, inclusa la cura del procedimento finalizzato all’affidamento a terzi del servizio di gestione dei parcheggi a pagamento per la durata di quattro mesi, a partire dalla data di stipula della convenzione.

Si tenterà, in sostanza, dopo aver già posto in vigore la zona a traffico limitato sul lungomare, di regolamentare i flussi e rendere produttive anche altre aree di Giardini. Si andrà a disciplinare la sosta in città, consentendo all’ente di tornare ad ottenere delle risorse importanti attraverso la riattivazione delle strisce blu e al contempo verrà attivato un servizio che potrà essere utile a mettere ordine sul territorio al cospetto delle “invasioni” di avventori che raggiungono in gran numero il paese soprattutto nei fine settimana e che in qualche caso si sono talvolta resi autori di qualche intemperanza.

© Riproduzione Riservata

Commenti