TAORMINA – I lavori per la nuova linea ferroviaria che interesseranno la Città di Taormina potrebbero scattare già nel mese di febbraio del 2022. E’ quanto prospettato dall’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone.

Per un importo di circa 640 mln di euro, RFI (Gruppo FS) ha aggiudicato qualche giorno fa la gara d’appalto integrato per il raddoppio della tratta ferroviaria Fiumefreddo-Taormina/Letojanni, lungo la Messina-Catania. I lavori saranno assegnati a un consorzio di imprese che vede come capofila Webuild, e imprese mandanti Pizzarotti e Astaldi.

La tratta Fiumefreddo-Taormina/Letojanni rappresenta il primo lotto funzionale della tratta che da Fiumefreddo raggiunge Giampilieri, altro fondamentale tassello verso la realizzazione dell’intero asse Palermo-Catania-Messina, opera inserita nell’elenco di quelle affidate dal Governo ad un commissario straordinario.

Già il completamento di questo primo lotto, e da qui l’aggettivo “funzionale”, porterà benefici sia per i passeggeri che per il trasporto merci. In prospettiva si creeranno i presupposti tecnici per una riduzione dei tempi di viaggio tra Messina e Catania, un potenziale incremento di corse nonché la circolazione di treni merci a standard europei.

L’intervento prevede la realizzazione di 15 chilometri di nuova linea a doppio binario, di cui 10 in galleria, tra Fiumefreddo e Taormina, con un collegamento per la stazione di Letojanni. Nell’ambito dei lavori saranno realizzate le stazioni di Fiumefreddo/Calatabiano, di Giardini/Alcantara e quella interrata di Taormina, oltre che nuovi viadotti, tra cui uno sulla valle dell’Alcantara lungo circa 1 chilometro e con una campata di lunghezza 120 metri.

Giorno 23 è stato consegnato l’avvio della progettazione esecutiva del secondo lotto della tratta, tra Taormina e Giampilieri, mentre sono in fase avanzata i lavori nel cantiere di raddoppio della tratta Bicocca-Catenanuova. Per gli ulteriori cinque lotti della Palermo-Catania sono stati ottenuti i pareri del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici al fine di avviare le Conferenze di Servizi per l’approvazione dei progetti definitivi.

La nuova linea ferroviaria prevede nel territorio di Taormina due nuove stazioni, una ai piedi di contrada Sant’Antonio in prossimità di Taormina centro e l’altra a Trappitello.

“L’aggiudicazione, da parte di Rfi, del secondo lotto di lavori di ammodernamento della tratta Fiumefreddo-Taormina – ha detto Falcone – è una notizia che accogliamo positivamente, come segnale della volontà del gruppo Fs di dare all’Isola la dovuta priorità infrastrutturale. Avevamo preso l’impegno a fare del 2021 l’anno delle grandi opere per la Sicilia, con aggiudicazioni che supereranno nel complesso i quattro miliardi di euro. Siamo sulla buona strada verso quest’obiettivo, così come si attendono da tempo i cittadini e le forze produttive e sociali dell’Isola. Adesso – è l’auspicio dell’assessore alle Infrastrutture – confidiamo nella rapida predisposizione della progettazione esecutiva dei due lotti, attività in capo all’impresa aggiudicataria, per giungere a febbraio 2022 alla posa della prima pietra”.

© Riproduzione Riservata

Commenti