TAORMINA – “Si rassicura sulla determinazione e la celerità di azione da parte di questo Comune. L’Amministrazione è particolarmente vigile sulla tematica che è stata posta”. Così il sindaco Mario Bolognari conclude la relazione di due pagine e otto punti, che è stata trasmessa nelle scorse ore all’attenzione del direttore generale dell’assessorato regionale alle Infrastrutture. Fulvio Bellomo, per provare a risolvere il caso riguardante la galleria Monte Tauro e ottenere così il via libera – intanto in via provvisoria per l’estate – da Palermo al transito dei bus nell’opera che collega la zona sud con quella nord della città. Il dossier inviato dal Comune concerne “I servizi di linea extraurbani e bus turistici scoperti in transito a Taormina” e fa seguito all’incontro tra le parti tenutosi mercoledì scorso a Palermo.

Nelle relazione il sindaco richiama che il 25 maggio scorso sono state assegnate le somme per incaricare un tecnico abilitato al fine di redigere la Scia prevista per i lavori di adeguamento alla normativa antincendio della galleria: “Con il supporto dell’ing. Alessandro Serratore, componente della Commissione Comunale di Vigilanza del Comune di Taormina, sono state individuate tutte le necessarie azioni da intraprendere per mettere in sicurezza la galleria”.

“Sono finanziate e in fase di realizzazione – prosegue poi la relazione trasmessa alla Regione – alcune opere, connesse con la sicurezza della Galleria, da parte della T-Net Spa, quali “l’installazione di colonnine interne con relative termocamere, la predisposizione di antenne a bassa ed alta frequenza per la comunicazione con l’esterno, la predisposizione di una colonna SOS nell’area di sosta, la predisposizione di un defribillatore, copertura wi-fi indoor, sensori per il monitoraggio delle condizioni interne della galleria PM10 CO CO2, conteggio per differenza dei veicoli in entrata ed in uscita””. Stando a quanto fa sapere il Comune “sono stati individuati, presso il Palazzo dei Congressi, i locali idonei per l’installazione di un
centro di controllo generale che prenderà in carico anche i dati provenienti dai sistemi” in oggetto.

La casa municipale ha poi evidenziato che “si stanno vagliando diverse opere connesse con l’illuminazione ordinaria e di emergenza per stabilire le più idonee in termini di qualità e convenienza”, comunicando all’assessorato che “I lavori di adeguamento della galleria Montetauro alle norme antincendio sono iniziati e saranno ultimati entro il termine massimo del 30 settembre, pena la decadenza dal beneficio accordato dalla Regione Siciliana”.

“Si rassicura – conclude il documento – che questa Amministrazione ha sensibilizzato la T-Net Spa affinché dia priorità, nell’ambito dell’intero progetto, alle opere finalizzate alla messa a norma della galleria. In conseguenza delle opere in corso di realizzazione sarà presentata una SCIA da parte del Comune al Comando dei Vigili del Fuoco di Messina, che consentirà di esercitare immediatamente la gestione della galleria Montetauro. Infatti, per la tipologia di galleria, come quella esistente all’interno del territorio comunale di Taormina, sono previste misure di sicurezza di livello 2, che non necessitano di certificato antincendio. Essa, infatti, è da intendersi come galleria “non appartenente alla rete stradale trans-europea”; “galleria urbana”; “galleria di lunghezza compresa tra 1000 e 1500 metri”; “TGM giornaliero inferiore a 2000 veicoli/corsia””.

© Riproduzione Riservata

Commenti