Diventa un caso in Europa la nuova legge ungherese che vieta la propaganda Lbgt. La presidente della Commissione Europea Ursula Von der Leyen l’ha definita “una vergogna” perché “discrimina le persone sulla base del loro orientamento sessuale e va contro i valori fondamentali dell’UE”. Il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, ha scritto a Von der Leyen proprio chiedendo alla Commissione di adempiere agli obblighi previsti dai trattati dell’UE per garantire il rispetto dello stato di diritto.
sat/mrv/red

© Riproduzione Riservata

Commenti