Eligio Giardina, ex sindaco di Taormina

TAORMINA –  Resta ancora in attesa di una svolta sulla ricerca del candidato sindaco l’opposizione in vista delle prossime elezioni amministrative a Taormina. L’appuntamento con il voto, fissato nella primavera 2023, è ancora lontano ma le grandi manovre sono già iniziate da un pezzo. Tra le fila dello schieramento che si contrapporrà all’Esecutivo in carica si parla ormai da tempo delle possibili nomination per la candidatura a sindaco di Andrea Raneri, Salvo Cilona e Antonio D’Aveni ma starebbe spuntando una quarta opzione.

Si fanno sempre più insistenti i rumors riguardanti un ritorno in campo dell’ex sindaco Eligio Giardina, che potrebbe decidere a sorpresa di riproporsi per la poltrona di primo cittadino. A spingere verso questa prospettiva Giardina – che fu sindaco di Taormina dal 2013 al 2018 – anche la situazione di impasse che continua tra le fila dell’opposizione, dove tra i vari candidati a sindaco non arriva l’intesa per il nome di colui (o colei) che andrà a guidare la sfida all’Amministrazione uscente per il governo della città. Il nome del candidato arriverà, quasi certamente, soltanto dopo le elezioni regionali del prossimo anno ma la lunga volata è già iniziata. Giardina prepara il rientro, intanto da “federatore” dei gruppi per favorire la formazione dello schieramento che si comporrà di vari gruppi civici. Poi arriverà il momento della scelta e nella rosa dei nomi che si giocheranno le loro chance c’è anche quello dell’ex sindaco di Taormina.

© Riproduzione Riservata

Commenti