TAORMINA – La Regione convoca il Comune di Taormina a Palermo per fare chiarezza sulla situazione della viabilità nella Perla dello Ionio. L’assessorato ai Trasporti ha, infatti, indetto una riunione a Palermo per la data del 23 giugno.

Nell’occasione le parti si aggiorneranno dopo il sopralluogo che venne fatto dai funzionari dell’assessorato il 19 maggio e che riguardò allora la spinosa questione, ancora irrisolta, della possibilità in via definitiva di far transitare i bus nella galleria Monte Tauro nell’ambito della nuova viabilità posta in essere dal Comune di Taormina con l’ordinanza in vigore dall’8 marzo scorso. Il Comune in questa fase ha avviato una pratica presso i Vigili del Fuoco per ottenere una Scia e poter consentire il passaggio in galleria, con l’impegno a predisporre gli opportuni interventi che da qui ai prossimi mesi serviranno per mettere a norma la galleria Monte Tauro.

Si tratta dell’opera che congiunge i due versanti, sud e nord, della città, all’altezza dei parcheggi Porta Catania e Lumbi. Il Comune dal marzo scorso ha attivato il senso unico sulla Circonvallazione, contando di spostare i bus in galleria nel percorso quando in discesa da Castelmola raggiungono Taormina centro ma la Regione ha posto dei paletti, di fatto evidenziando le criticità attuali della galleria.

Per questo i tecnici dell’assessorato, nel verbale firmato dalle parti dopo il sopralluogo del 19 maggio, aveva chiesto al Comune di installare ed attivare intanto cinque semafori tra la tra la Via San Pancrazio e la Via Von Gloeden e far scendere i bus dalla Circonvallazione contromano, bloccando nel frattempo per qualche minuto il traffico in direzione valle-monte. Ma, nel frattempo, è arrivato l’esito della relativa manifestazione di interesse indetta dal Comune per reperire il noleggio di cinque “lanterne semaforiche intelligenti temporizzate” da far funzionare per 24 ore al giorno. Una gara che, tuttavia, è andata deserta: nessun operatore si è presentato e così adesso il Comune non dispone di quei semafori richiesti dalla Regione per la provvisoria regolamentazione del traffico in attesa della messa a norma della galleria. A questo punto, il Comune dovrà valutare se indire una seconda procedura di gara e riprovare a individuare un privato che sia interessato a mettere a disposizione i semafori, ma sin qui l’ente ha aspettato, temporeggiando per capire quale sarà lo scenario che si determinerà a partire dai prossimi giorni. La casa municipale spera che possa arrivare in tempi brevi il placet dei Vigili del Fuoco alla Scia per la “Monte Tauro” e ora si dovrà capire l’esatto motivo della convocazione fatta dall’assessorato ai Trasporti e alle Infrastrutture.

Si va verso una corsa contro il tempo per sbloccare la percorribilità della galleria Monte Tauro anche per i bus, tenendo conto che dovrebbe iniziare a breve la stagione dei bus scoperti che effettuano il servizio turistico, mentre sono già operativi quelli che effettuano ogni giorno il servizio Tpl.

Nelle more che si concretizzi l’adeguamento della galleria Monte Tauro, intanto “per una maggiore sicurezza nella circolazione stradale”, la casa municipale ha disposto al momento, per tutti i veicoli, che la circolazione dovrà avvenire in galleria con una “inter­-distanza minima di 9 metri”.

© Riproduzione Riservata

Commenti