Palacongressi di Taormina

TAORMINA – “Il bando di gara per la futura gestione del Palazzo dei Congressi non necessiterà più di tornare in Consiglio comunale per ulteriori approvazioni, è già pronto e solo per scelta nostra non lo abbiamo già pubblicato”. Lo ha reso noto l’assessore al Turismo, Andrea Carpita che ha così fatto luce sulla situazione del Palazzo dei Congressi, smentendo che vi siano ritardi nella previsione del bando che porterà all’affidamento dei servizi riguardanti la futura gestione di questa struttura, ritenuta strategica in città anche nell’ottica della necessaria destagionalizzazione del turismo e dell’economia locale.

Sulla questione lo scorso anno il Consiglio comunale ha esitato un atto di indirizzo che, sulla base di una indagine di mercato, fissa una previsione di affidamento con canone di locazione del bene sulla base minima di 44 mila euro per 11 mesi l’anno: prevista pure una riserva di date a beneficio del Comune (30 giorni), per dare anche spazio alle associazioni del territorio che organizzano “eventi di rilevanza sociale”. Ma il bando di gara al momento non è stato però ancora approvato. C’è una bozza pronta e si pensava che anche in questo caso si sarebbe dovuti passare dal Consiglio comunale ma dall’Amministrazione arriva, invece, ora l’indicazione che non occorrerà il “bis” in aula consiliare.

“Il bando di gara per il Palazzo dei Congressi – spiega l’assessore Carpita – lo pubblicheremo a breve. Non dovrà più passare dal Consiglio comunale, perchè già nell’atto di indirizzo approvato a suo tempo dal Consiglio comunale vi sono in quel testo tutte le linee guida che disciplineranno la procedura di gara. Il bando è già pronto e non abbiamo dato corso all’avvio delle procedure di espletamento perchè non aveva senso farlo in piena pandemia. Abbiamo scelto, con una valutazione condivisa dall’Amministrazione, di non pubblicarlo prima per via dell’emergenza Covid e visto il fatto che tutte le società che operano nel settore congressuale sinora sono rimaste ferme. Ma, in ogni caso, ci teniamo a precisare che non c’è alcun ritardo e siamo pronti per portare avanti tutti gli atti necessari”. Il bando di gara, in sostanza, potrebbe presto arrivare direttamente in Giunta per poi passare agli uffici per la relativa gara da indire.

Sulla stessa lunghezza d’onda la presidente del Consiglio comunale, Lucia Gaberscek: “Il bando non dovrà ripassare dal Consiglio comunale, abbiamo già approvato un atto di indirizzo che contiene tutte le indicazioni, ci siamo già espressi nel merito”. Nel frattempo dovrebbe, invece, essere espletata breve la procedura di gara per i lavori da 231 mila euro finanziati dalla Regione Siciliana, che dovrebbero completare la sistemazione conclusiva dell’immobile che fu interessato da lavori prima e dopo il G7 del 2017 eseguiti dall’Aeronautica Militare e finanziati dal governo nazionale per 4 milioni e 100 mila euro. Attraverso il Palacongressi, una volta completati questi ulteriori lavori, e con il bando che conferirà la gestione ai privati, si conta di affrontare la crisi innescata dalla pandemia, avendo a quel punto “un’arma” in più per intercettare flussi come il mercato congressuale e così allungare il periodo della stagione turistica con l’intrattenimento ed eventi culturali che potrebbero svolgersi in inverno proprio al Palazzo dei Congressi.

© Riproduzione Riservata

Commenti