Antonella Ferrara, direttrice artistica e fondatrice di Taobuk

TAORMINA – Tutto è pronto, a Taormina, per l’avvio dell’XI edizione di Taobuk Festival: oltre 200 protagonisti internazionali sono attesi dal 17 al 21 giugno, per cinque giorni di incontri letterari e culturali, lezioni magistrali, dialoghi, eventi scenici e percorsi espositivi sul filo rosso di un tema – “La metamorfosi. Tutto muta” – fortemente connesso al nostro tempo.

«Concretizzare questa edizione in presenza con ospiti di altissima rilevanza era un obiettivo tutt’altro che scontato, nei mesi più duri della recrudescenza pandemica – spiega la Direttrice artistica e fondatrice di Taobuk Festival Antonella Ferrara – ma abbiamo voluto crederci e il nostro impegno è stato notevole nei mesi scorsi. Nel conto alla rovescia per la giornata inaugurale, giovedì 17 giugno, possiamo finalmente manifestare la nostra vivissima soddisfazione per un cartellone che riunirà in presenza a Taormina alcuni dei nomi più significativi della scena letteraria mondiale del nostro tempo. Saranno con noi il Premio Nobel Olga Tokarczuk, nella giornata inaugurale, e i giorni successivi gli scrittori Emmanuel Carrère e David Grossman, insigniti – come l’autrice polacca – del Taobuk Award 2021 per l’Eccellenza Letteraria. E ospiteremo al festival Manuel Vilas, che sarà protagonista anche di dialoghi eccellenti in occasione della Conferenza internazionale di Taormina e Messina sull’Europa e della due giorni nazionale dei Patti per la Lettura organizzata dal Cepell. Sono solo alcuni nomi, fra i tanti del programma 2021 di Taobuk Festival, ma danno il segno della rilevanza di un appuntamento che rilancia la cultura in presenza, e l’incontro a tu per tu fra lettori e scrittori. È il nostro “dono” al pubblico che da undici anni ci segue con straordinaria partecipazione. Un modo per festeggiare insieme, con oltre 200 grandi voci internazionali, la ripresa e la ripartenza degli eventi culturali: da Taormina e dalla Sicilia consegneremo con entusiasmo e passione il testimone di Taobuk agli eventi culturali in arrivo nel corso dell’estate».

La consegna dei Taobuk Award 2021 sarà al centro, sabato 19 giugno nel Teatro Antico di Taormina, della Serata di Gala di Taobuk – Taormina Book Festival, la kermesse letteraria e culturale ideata e diretta da Antonella Ferrara, di scena in presenza dal 17 al 21 giugno. Il pubblico di Taobuk ritroverà giovedì 17 giugno Olga Tokarczuk, e domenica 20 giugno David Grossman ed Emmanuel Carrère. Sarà dedicata al Maestro Franco Battiato la Serata di Gala del 19 giugno: e sul palcoscenico del Teatro Antico, a trenta giorni dalla sua scomparsa, si leverà una delle sue composizioni più amate e iconiche, “La cura”, nell’esecuzione del pianista e interprete Giovanni Caccamo, di cui proprio Battiato fu il vero pigmalione. L’artista sarà accompagnato dall’Orchestra Sinfonica del Teatro Bellini di Catania.

In scena, per la suggestiva Serata di Gala di Taobuk, anche la cantante Simona Molinari e l’étoile Sergio Bernal, già Primo Ballerino del Balletto Nazionale di Spagna. Personalità straordinarie della cultura internazionale – fra gli altri, l’artista Michelangelo Pistoletto l’autore e poeta spagnolo Manuel Vilas e André Aciman, voce letteraria statunitense ma egiziano di nascita – si avvicenderanno a molte voci di autrici e autori italiani, in un cartellone che include anche l’evento speciale “Taormina legge Dante” a cura del Centro per il Libro e la Lettura con Fabrizio Gifuni e Aldo Cazzullo. Taobuk 2021, inoltre, ospiterà il primo incontro nazionale dei sindaci italiani firmatari dei Patti per la lettura promosso dal Centro per il libro e la lettura: obiettivo la stesura di un manifesto programmatico per la promozione della cultura del libro e la definizione di un modello unificato di sostegno della lettura. Fra i protagonisti del festival ci saranno, con le loro novità fra letteratura e saggistica, anche Luciano Canfora, Gustavo Zagrebelsky, Stefania Auci, Laura Imai Messina, Marino Niola, Romana Petri, Marcello Veneziani, Innocenzo Cipolletta, Susanna Tartaro, Francesca Mannocchi, Luigi Zoja, Maurizio Ferraris. Al futuro post pandemico è dedicata la seconda edizione del la Conferenza di Taormina e Messina sull’Europa, che Taobuk Festival ospita dal 18 al 21 giugno: chairs dell’evento l’editorialista britannico Bill Emmott con il direttore del think tank Vision Francesco Grillo. Fra i relatori confermati il Ministro dell’Università e della Ricerca del Governo italiano Maria Cristina Messa, il Commissario Economia UE Paolo Gentiloni, la Presidente del Partito Europeo dei Conservatori e dei Riformisti Giorgia Meloni, il vicepresidente del Partito Popolare Europeo Antonio Tajani già Presidente del Parlamento Europeo e Romano Prodi, Presidente della Fondazione per la Collaborazione fra i Popoli, già Presidente della Commissione europea e Primo Ministro italiano.

A Taobuk 2021 ancora il percorso dedicato a letteratura e teatro, “Parole alla ribalta”, promosso dalla Fondazione Taormina Arte Sicilia e da questa sviluppato in sinergia e nell’ambito di Taobuk–Taormina Book Festival a cura della giornata e critico teatrale Caterina Andò. Con quattro grandi artisti – Moni Ovadia, Daniela Poggi, Edoardo Siravo e Donatella Finocchiaro – e con la Conversazione (im)possibile “Cento anni di Sciascia. Omaggio al Maestro di Racalmuto”, un dialogo immaginario fra Luigi Pirandello e Leonardo Sciascia ideato e scritto Matteo Collura, biografo di entrambi, e con il regista Fabrizio Catalano, nipote di Leonardo Sciascia, nella parte del nonno. Alla “Metamorfosi della medicina” è dedicato un ciclo di appuntamenti sulla metamorfosi della medicina e della “cura”, dedicati alle più rilevanti metamorfosi in ambito medico e clinico alla luce dell’impatto delle nuove tecnologie e dell’evoluzione nel rapporto fra il medico e il paziente.

© Riproduzione Riservata

Commenti