TAORMINA – In attesa del nulla osta dei Vigili del Fuoco alla Scia per il passaggio in galleria Monte Tauro dei bus, arriva intanto una “doccia gelata” per il Comune di Taormina dall’esito della manifestazione di interesse che riguardava l’installazione di cinque semafori tra la Via San Pancrazio e la Via Von Gloeden che era stata disposta a seguito del recente sopralluogo effettuato in città dai tecnici dell’assessorato alle Infrastrutture.

Per ottemperare alla richiesta della Regione di effettuare dei lavori di messa a norma della galleria Monte Tauro, il Comune aveva indetto, con procedura urgente, una indagine di mercato finalizzata alla verifica della sussistenza di operatori economici potenzialmente interessati al servizio di noleggio di cinque “lanterne semaforiche intelligenti temporizzate”. Ma la gara è andata deserta e si è conclusa con una vera e propria “fumata nera”: nessun operatore si è fatto avanti e ora il Comune si ritrova nella impossibilità di disporre dei semafori necessari per la gestione provvisoria del piano di circolazione.

La questione è ormai nota e parte dalla volontà del Comune di spostare il passaggio dei bus in galleria a seguito della ordinanza dell’8 marzo scorso che ha posto in vigore il senso unico sulla Circonvallazione. In pratica, il Comune si era impegnato a predisporre subito il posizionamento di semafori da installare tra la Via Von Gloeden e la Via San Pancrazio, per regolamentare il traffico e consentire il passaggio in controsenso dei bus in discesa da Castelmola verso Taormina, consentendo a questi mezzi di percorrere la Circonvallazione in direzione monte-valle ed al contempo bloccando per qualche minuto il transito valle-monte degli altri mezzi proprio attraverso la presenza di appositi semafori.

Nessun operatore ha però aderito alla procedura che avrebbe dovuto consentire al Comune di reperire cinque lanterne da installare con sistema conforme e destinate a funzionare per 24 ore al giorno. A questo punto il Comune andrà ad accelerare ulteriormente nel tentativo di ottenere il nulla osta dei Vigili del Fuoco alla Scia per sbloccare la percorribilità della galleria Monte Tauro anche per i bus.

Nelle more che si concretizzi l’adeguamento della galleria Monte Tauro, intanto “per una maggiore sicurezza nella circolazione stradale”, la casa municipale ha disposto per il momento, per tutti i veicoli, che la circolazione dovrà avvenire in galleria con una “inter­-distanza minima di 9 metri”.

© Riproduzione Riservata

Commenti