TAORMINA – A distanza di 24 anni da quando entrò in attività nel 1997 il Lumbi, il collegamento tra il parcheggio e la Via Fontana Vecchia resta un’ incompiuta ma insieme a questa importante opera non c’è nemmeno una via di fuga per circa un migliaio di residenti dei quartieri dell’area di Cappuccini, Fontana Vecchia e Zappulla. E su questo problema irrisolto una ipotesi di via di fuga per le popolose zone abitate comprese dentro l’Arco dei Cappuccini è stata elaborata e proposta al Comune (già nel 2019) con una lettera di Christian Coslovi Longo, stimato tecnico taorminese.

“Da anni – evidenzia Coslovi – la questione della realizzazione di una via di fuga dalle zone poste entro l’Arco dei Cappuccini fa discutere e spesso si sono verificate criticità all’Arco dei Cappuccini, unica via d’accesso (e di fuga) per migliaia di residenti”. Da qui la proposta di una soluzione alternativa che viene considerata “l’unica in grado di permettere un rapido e agevole collegamento tra Via Fontana Vecchia e Via Garipoli”.

Tale soluzione prevedrebbe la realizzazione di un imbocco in corrispondenza della rotonda di fronte al Lumbi, lo sviluppo di una strada con due corsie più marciapiede fino al tratto di Via Fontana Vecchia compreso tra la scalinata per il parcheggio Lumbi e un edificio residenziale posto più in basso. Il tratto sommitale della strada si svilupperebbe in viadotto e si potrebbe realizzare una rotonda all’imbocco con Fontana Vecchia, sfruttando lo spazio della scarpata sotto l’imbocco. Lo sviluppo di questa strada potrebbe essere di circa 350 metri, con pendenza media inferiore al 15%.

“La possibilità di innestarsi direttamente con la rotonda di fronte al Lumbi – rimarca Coslovi -, permetterebbe un più rapido collegamento con l’ospedale (attraverso la galleria Monte Tauro) e con l’autostrada, nonchè di bypassare l’Arco dei Cappuccini. La via di fuga sarebbe individuata in parte in terreni privati e in parte in aree già di proprietà del Comune, per cui l’eventuale fattibilità sarebbe condizionata anche da questi aspetti”.

E sull’auspicato collegamento verticale tra Lumbi e Fontana Vecchia, Coslovi ritiene che “potrebbe essere integrato con la via di fuga” ma avverte: “Realizzare in modo non adeguato gli ascensori potrebbe compromettere una futura di una via di fuga su questo versante”.

Si tratta, insomma, di un’ipotesi di via di fuga che arriva da un professionista serio, che ben conosce il territorio e pone l’attenzione in modo preciso e ponderato su una criticità della Città di Taormina che investe sia la viabilità che la sicurezza dei cittadini. E’ una soluzione che certamente andrebbe presa in considerazione e valutata con la giusta considerazione.

© Riproduzione Riservata

Commenti