il vicequestore Fabio Ettaro

TAORMINA – Ambulantato selvaggio, assembramenti e soprattutto la programmazione della stagione estiva in termini di sicurezza e ordine pubblico. Questi i temi affrontati nel corso di una riunione convocata dal vicequestore Fabio Ettaro, dirigente del Commissariato di Polizia di Stato di Taormina. La massima autorità locale per la pubblica sicurezza ha così incontrato, insieme al Comandante dei Carabinieri della Compagnia di Taormina, Giovanni Riacà e con il Comandante della Compagnia di Taormina della Guardia di Finanza, Angelo Schillaci, il sindaco Mario Bolognari e l’assessore al Commercio, Andrea Carpita. Presente all’incontro operativo anche il Comandante della Polizia municipale, Agostino Pappalardo.

Per quanto concerne l’ambulantato selvaggio, che ormai da anni rappresenta ogni stagione estiva un elemento di “concorrenza sleale” per gli operatori economici locali, verranno posti in essere dei controlli interforze tra le forze dell’ordine al fine di impedire il proliferare delle attività di vendita non autorizzata nel territorio comunale ed in particolare nel centro storico, in quelle aree come Corso Umberto e Via Teatro Greco, dove spesso si posizionano i cittadini extracomunitari con la loro merce.

Si è poi discusso dell’esigenza di garantire il rispetto delle norme anti-Covid in vista della stagione turistica, anche in previsione del prevedibile aumento di presenze sul territorio. Proprio in questi giorni il Commissariato di Polizia di Taormina ha disposto la chiusura provvisoria (per tre giorni) di un noto stabilimento balneare della città dove si erano riscontrati degli assembramenti e l’assenza di distanziamento sociale. Vi era dunque una situazione che andava a confliggere con l’obbligo normativo, previsto nell’ambito dell’emergenza sanitaria, di contrastare la diffusione del virus. La scorsa settimana un analogo fenomeno s era verificato in due locali del lungomare di Giardini Naxos e anche lì i Carabinieri hanno disposto la chiusura delle rispettive attività per tre giorni.

Altro aspetto affrontato nel summit in Commissariato è stato quello dei servizi in vista degli spettacoli al Teatro Antico. Al momento, è prevista l’opportunità di assistere agli eventi per circa un migliaio di persone e potrebbe arrivare una deroga sino a 1617 unità (si attende il parere dell’Asp) e si intende, in ogni caso, garantire la sicurezza e che non vi siano assembramenti nelle fasi di afflusso e deflusso dal Teatro, oltre che ovviamente anche durante i vari appuntamenti culturali e musicali in agenda. Si fa fronte comune, insomma, per garantire un’estate di ripartenza in sicurezza.

© Riproduzione Riservata

Commenti