“Oggi, dopo l’esperienza dei due governi Conte abbiamo un governo di emergenza nato per superare, in uno spirito di unità nazionale, le drammatiche sfide sanitarie, economiche e sociali della pandemia. In un quadro così articolato, è fisiologico che ci possano essere conflittualità dovute alle diverse sensibilità politiche. Sono certa che il senso di responsabilità nei confronti di un Paese fiaccato dalla pandemia, ma con una grande voglia di rimboccarsi le maniche, prevarrà sugli interessi di parte”. Lo ha detto il presidente del Senato, Maria Elisabetta Casellati, in un’intervista al quotidiano La Stampa. “L’Italia oggi più che mai ha bisogno di riforme che possano ammodernare il Sistema Paese, renderlo competitivo e in grado di affrontare le sfide di una società e di un’economia globale sempre più evoluta”. “Da troppo tempo nel nostro Paese si assiste ad un vero e proprio cortocircuito mediatico-giudiziario. I processi prima che nei tribunali vengono celebrati sulle pagine dei giornali, in televisione, nelle piazze e ultimamente anche a colpi di post sui social. Il tema della giustizia non può essere ridotto a una guerra tra opposte “tifoserie”. Mi auguro che una volta per tutte possa aprirsi una fase di riforme che metta fine a questa barbarie”. “Le vicende che da tempo interessano il Csm e più in generale la magistratura mi lasciano sgomenta. La mia esperienza al Csm è stata positiva, perchè l’ho vissuta con una forte volontà di innovazione e di riforma…”

© Riproduzione Riservata

Commenti