Dal Ministro del Turismo, Massimo Garavaglia arriva un annuncio che interesserà anche le numerose strutture alberghiere presenti nel territorio di Taormina. “Una cosa cui tengo particolarmente è la questione dell’efficientamento 110% delle strutture alberghiere: abbiamo messo questo miliardo e 800 milioni” nel Recovery Plan e “indipendentemente dalle scelte di bilancio nazionale lo facciamo, perché abbiamo la necessità di migliorare le strutture ricettive, non solo gli alberghi, ma anche b&b e agriturismo”. Lo ha detto Garavaglia nel suo intervento al Festival dell’Economia di Trento.

Sul green pass europeo “è un continuo approfondimento, si discute di affinamenti, ma penso che ormai ci siamo, è questione di settimane, finalmente avremo regole comuni e semplicità. Il problema per gli operatori e i turisti stessi è sapere come muoversi – ha spiegato il ministro -. La Francia dice ‘da noi se sono vaccinati vengono tutti’, ieri ho chiamato il ministro della Salute Roberto Speranza e gli ho detto che dobbiamo farlo anche noi”.

“La Grecia – ha aggiunto – fa arrivare col tampone che dura 72 ore e noi 48, dobbiamo fare anche noi 72 ore, altrimenti siamo in difficoltà”.

“Il green pass – ha ribadito il ministro – è la cosa più semplice del mondo: circoli tranquillamente se vaccinato, se hai fatto il tampone o sei guarito e hai anticorpi Il termine che si sono dati i paesi europei è 1 luglio per l’operatività. Per me dobbiamo applicare queste regole domani”.

“Sono favorevole con buon senso alla seconda dose vaccinale per turisti stranieri che vengono in Italia o per italiani che si muovono per un periodo particolarmente lungo. Le Regioni, chi più chi meno, hanno raggiunto una copertura importante e quest’estate potremo avere dei margini per trattare queste eccezioni. Certo se diventa una regola diventa un caos”, ha concluso il ministro.

© Riproduzione Riservata

Commenti