Giuseppe Rossello

TAORMINA – La stagione turistica muove i suoi primi passi e c’è cauto ottimismo in città su quello che potrà essere lo scenario in vista dei prossimi mesi. Segnali incoraggianti si intravedono anche secondo l’Associazione Tassisti di Taormina, una delle categorie da sempre in prima linea nell’accoglienza nella capitale del turismo siciliano.

“La situazione la vediamo certamente in maniera più invece incoraggiante rispetto alla scorsa estate. Non sarà una stagione fotocopia di quella 2020 – afferma il presidente dell’Associazione Tassisti di Taormina, Giuseppe Rossello -. Il movimento che si prospetta sarà migliore e non ci sarà soltanto un turismo di prossimità. Qualche turista straniero è già in città e ci risulta che le prenotazioni nelle strutture ricettive stiano arrivando in termini confortanti. La nostra aspettative, la speranza nostra e di tutta la filiera produttiva locale, è quella di un allungamento della stagione. La prudenza è doverosa perché la pandemia non è ancora finita e ci sono diverse problematiche ancora in atto, con le complicazioni per potersi mettere in viaggio, ma Taormina ha tutte le carte in regola per proporsi come una destinazione sicura. Il vero rilancio lo avremo nel 2022 e siamo consapevoli che adesso ci aspetta un’ulteriore fase di transizione ma vogliamo essere ottimisti e siamo convinti che si potrà iniziare a contrastare la crisi”.

I tassisti si soffermano poi sulla nuova viabilità che sta facendo discutere: “Nel piano di circolazione ci sono certamente delle cose da sistemare, i nostri percorsi si sono allungati rispetto a quelli precedenti. Ci adeguiamo alle decisioni e le rispettiamo ma si deve trovare una soluzione sulla Circonvallazione, per quanto riguarda i bus. Auspichiamo che sia resa transitabile al più presto anche per i bus la galleria Monte Tauro. Dover fermare il traffico in centro per 5 minuti per consentire ai bus di transitare dalla Circonvallazione è un problema che va risolto al più presto”.

© Riproduzione Riservata

Commenti