TAORMINA – “Il regolamento sui suoli pubblici è stato approvato dopo una concertazione con le forze sociali e produttive di Taormina. Non corrisponde a verità che la delibera sia stata esitata a seguito di un’iniziativa unilaterale da parte del Comune”. Così l’assessore al Commercio replica alle bordate di Confesercenti Messina che ha lamentato l’avvenuta approvazione del nuovo regolamento sui suoli in Consiglio comunale senza un confronto con le associazioni di categoria.

“Apprendo con stupore che a Taormina il regolamento sui suoli pubblici sarebbe stato approvato senza consultare le associazioni di categoria e che alcuni accordi non sarebbero stati rispettati. Niente di più lontano dalla realtà – replica Carpita -. Non voglio alimentare inutili polemiche, soprattutto in un momento come questo, in cui la Città di Taormina ha bisogno del massimo impegno da parte di tutti per sostenere la ripartenza post pandemia. Ho trovato però fuori luogo l’attacco che ci è stato rivolto da Confesercenti, che lamenta “l’assenza di qualsiasi forma di coinvolgimento delle associazioni di categoria nell’esame del documento approvato dal Consiglio comunale”. Siamo stati accusati di aver agito “senza il dovuto il dovuto rispetto per le forze produttive e le rappresentanze degli operatori economici”. Rimaniamo basiti perchè tutti sanno che il regolamento è frutto di un accurato lavoro di mediazione con le forze sociali e produttive di Taormina. Negli ultimi anni ci siamo confrontati a lungo e in ripetute occasioni con le associazioni di categoria della città – imprenditori, commercianti e albergatori – per dare finalmente ordine al settore. E se ci siamo riusciti, dopo vent’anni di tentativi andati a vuoto, è stato solo grazie a questo impegno condiviso. Il nuovo regolamento rappresenta una svolta epocale per la nostra città. Finalmente abbiamo regole chiare e certe. Regole di cui, ne siamo certi, beneficeranno anche gli operatori economici rappresentati da Confesercenti”.

 

© Riproduzione Riservata

Commenti