TAORMINA – Taormina è sempre più nel mirino dei gruppi di investimento stranieri che intendono acquistare gli hotel di lusso nella capitale del turismo siciliano. Dopo la maxi-operazione ufficializzata nei giorni scorsi a Madrid da Melià Hotels che nel 2023 (come aveva anticipato BlogTaormina) aprirà un resort a Taormina (e uno a Siracusa), adesso arrivano nuove indiscrezioni che anticipano un altro assalto iberico all’hotellerie della Perla dello Ionio. Un importante gruppo alberghiero che nel mondo conta ad oggi circa 50 hotel in Europa, Sud America, nell’America Centrale e già presente in Italia, ha avviato un piano di investimenti in Sicilia e ora sarebbe intenzionato ad acquisire una struttura ricettiva a Taormina. L’interesse ad avere una presenza a Taormina anche in questo caso è sinonimo di un “innamoramento” che parte da lontano e che si è acceso già da tempo. L’ingresso nel territorio di Taormina, rinomata località turistica internazionale, rientrerebbe in un piano di crescita caratterizzato da un ingente impegno di risorse ed una strategia di riposizionamento ad alti livelli di hotel e brand. Sviluppi a tal riguardo, e un’accelerazione nelle trattative, potrebbe registrarsi già nelle prossime settimane. Anche in questo caso si parla di trattative proiettate nell’ottica poi della programmazione di un’apertura tra il 2022 e il 2023. Taormina potrebbe presto accogliere un altro colosso che ha deciso di esportare il suo brand in Italia e vuole offrire agli ospiti la migliore esperienza all-inclusive con l’obiettivo di dare vita ad un polo a 5 stelle in Sicilia, eletta ad area strategica nel cuore del Mediterraneo.

© Riproduzione Riservata

Commenti