TAORMINA – Si riducono ad un lumicino le speranze di far riavviare e quindi portare a termine le opere alla scuola “Vittorino da Feltre” già entro questa estate, e adesso scatta una corsa contro il tempo per trovare in fretta una sede idonea dove far ripartire a settembre la scuola dell’infanzia, al momento “parcheggiata” presso un noto albergo della città in via Pirandello. Alle porte di giugno, da Palazzo dei Giurati è arrivata la conferma che servirà ancora qualche settimana per acquisire i pareri sulla variante al progetto della “Vittorino da Feltre” e la ripresa del cantiere non sarà, dunque, immediata.

A questo punto, non essendo possibile la conclusione della “fase 1” dei lavori alle elementari, con il cantiere fermo già da alcuni mesi, rimarranno 90 giorni per individuare dei locali dove iniziare – ancora una volta con una sede provvisoria – le attività della scuola materna. Ci sarebbe l’ipotesi di portare la materna alla scuola media “Ugo Foscolo”, che già dal 2004 accoglie anche le scuole elementari ma questa soluzione, che richiederebbe la riqualificazione dell’ex casa del custode, non decolla e anche i riflessi dell’emergenza sanitaria complicano tale pista.

E allora la casa municipale potrebbe tornare nuovamente alla carica per tentare, ancora una volta, di ottenere la locazione di un’ala del complesso di proprietà delle Suore Antoniane “Figlie del Divin Zelo”. Su questo fronte il Comune ha già provato a raggiungere un’intesa in almeno due circostanze e anche nei mesi recenti erano stati, ancora una volta, riallacciati i contatti ma alla fine non si è arrivati ad una convergenza tra le parti. Si prenderebbe in considerazione un immobile dove si trovano i locali che in passato erano adibiti a sede dell’allora Liceo linguistico “Ferdinand de Saussure”, ubicati in via Cappuccini, in una zona abbastanza vicina proprio alle medie e alle elementari. Ad oggi sembra questa l’unica soluzione fattibile e praticabile che è rimasta tenendo conto che in centro storico è già emersa l’enorme difficoltà a reperire dei locali, sia pubblici che privati, idonei a poter accogliere i bambini. I tempi si fanno sempre più stretti e mentre sta per finire questo anno scolastico si dovrà già pensare alla preparazione del prossimo.

© Riproduzione Riservata

Commenti