Gerardo Schuler

TAORMINA – Il presidente dell’Associazione Albergatori Taormina, Gerardo Schuler, sollecita “l’apertura immediata” del centro vaccinale anti- Covid allestito al PalaLumbi.

“Siamo ormai arrivati alla metà di maggio – afferma Schuler – ma non conosciamo ancora la data esatta di apertura del centro vaccinale al Lumbi di Taormina. Ci risulta che i lavori siano stati, di fatto, praticamente conclusi diversi giorni fa, la Protezione Civile ha ultimato nei tempi dovuti le opere previste nel progetto e i relativi adempimenti, tuttavia non si hanno ancora notizie sull’attivazione dell’hub, che nell’ambito della lotta alla pandemia rappresenta un elemento fondamentale per la tutela della salute dei cittadini e per la ripartenza in sicurezza delle attività economiche del primo polo turistico siciliano. Vogliamo capire e sapere, altresì, le motivazioni per le quali ancora non viene aperto il centro vaccinale. Chiediamo alle autorità sanitarie ed in particolare alla Struttura Commissariale per l’Emergenza di spiegarci il perché di questi ritardi che, a fronte di 20 centri vaccinali previsti in ambito regionale, rischiano di collocarci tra gli ultimi nell’isola a partire con la somministrazione di massa dei vaccini”.

‘Noi albergatori avevamo comunicato che già dal 30 aprile sarebbero state eseguite a Taormina 600 vaccinazioni al giorno ma sono trascorse altre due settimane ed e’ assurdo che sia tutto pronto ma il centro non viene ancora attivato. Gli alberghi del nostro territorio si apprestano a riaprire e hanno programmato la ripartenza anche tenendo conto di queste vaccinazioni. Gli operatori economici, con grande senso di responsabilità, stanno facendo la propria parte per consentire il superamento di una profonda crisi nella quale anche un altro giorno perso può fare la differenza. Perciò vogliamo chiarezza e chiediamo delle risposte. Non e’ possibile e non e’ accettabile che si stiano verificando questi ritardi per la fruizione di una struttura nella quale la Protezione civile ha già ultimato tutto. Sulla questione c’è un silenzio assordante che non comprendiamo e che ci preoccupa. Qualcuno ci dica perché questo iter si e’ fermato ad un passo dal traguardo”.

“Già in questo momento avremmo potuto avere 6 o 7 mila cittadini del comprensorio vaccinati grazie a questo centro al Lumbi ma siamo in attesa, invece, dell’apertura e di una data che ancora non c’è”.

“Abbiamo anche appreso, nel frattempo, che 50 mila dosi di vaccino AstraZeneca verranno donate dalla Sicilia alla Puglia: erano forse delle dosi che potevano o dovevano essere somministrate a Taormina e, visto il perdurare di questa situazione di stallo, stavano per andare in scadenza?”.

“Taormina e l’intero comprensorio – conclude Schuler – sollecitano l’apertura immediata dentro vaccinale al Lumbi. Auspichiamo si possa iniziare subito, partire con incisività e in sordina per conseguire il risultato e recuperare il tempo che si è perso. Non e’ più il momento delle esitazioni e neanche di eventuali nastri e passerelle. Festeggeremo quando l’intera popolazione di Taormina e dell’hinterland sarà stata vaccinata e sarà tutto pronto per vaccinare l’ultimo dei cittadini di questo territorio”.

© Riproduzione Riservata

Commenti