In attesa di arricchire le sue proprietà coronando il sogno dell’acquisizione di un albergo a Taormina, è l’ora dell’onda verde intanto per Rocco Forte e per il suo Verdura Resort, la tenuta siciliana del gruppo Rocco Forte Hotels, che il prossimo 13 maggio inaugura la stagione 2021 con 680 nuovi alberi per arricchire la “Foresta Verdura Resort”. Alle piante di ulivo, arancio, mandorlo, fico d’india, melograno e limone, nell’autunno 2020 si sono aggiunti 480 nuovi alberi di ulivo e arancio, portando a quota 7.700 le piante da frutto oggi esistenti nella ‘Foresta Verdura Resort’.

Questo intervento, effettuato in vista dell’apertura della stagione 2021  come evidenziato da Italpress -, vuole portare il Verdura Resort di Sciacca a diventare una destinazione in grado di fare la propria parte per assorbire CO2 e preservare la biodiversità. Partendo dal proprio frutteto sviluppato in poco più di dieci anni, il Verdura Resort ha quindi celebrato la Giornata internazionale della Terra superando i propri confini: per farlo ha scelto l’arancio come albero simbolo del proprio territorio e, in partnership con Treedom, il 22 aprile 2021 ha avviato la piantumazione di ulteriori 200 alberi di arancio in tutto il mondo. Una porzione degli aranci della ‘Foresta Verdura Resort’ affidati a Treedom crescerà ora nelle fertili valli catanesi presso la Cooperativa Beppe Montana della rete Libera Terra, che si occupa del recupero sociale e produttivo dei beni liberati dalle Mafie. Partendo dalla Sicilia, il ‘fil vert’ che lega il progetto in un bouquet di Paesi disseminati nei diversi continenti, raggiungerà anche Kenya e Tanzania, per poi approdare ad Haiti e Guatemala.
Il ciclo di vita di tutti i nuovi alberi sarà sempre consultabile su Treedom.net, la prima piattaforma web al mondo che permette di piantare un albero a distanza e seguirne la storia online. Grazie a questa nuova collaborazione, a partire dalla stagione 2021, il Verdura Resort diventa il primo operatore del segmento luxury che si fa portavoce del turismo sostenibile con un impegno che potrà essere supportato anche dagli ospiti, dai clienti istituzionali e dalle aziende partner. Tutti potranno infatti piantare un arancio nella ‘Foresta Verdura Resort’, realizzata in collaborazione con Treedom, grazie alle proprie donazioni – sia in fase di prenotazione sia durante il soggiorno al Verdura Resort.

“La sostenibilità è da sempre nel DNA del Verdura Resort e la nascente collaborazione con Treedom vuole proprio suggellare il nostro impegno per il rispetto dell’ambiente che ci circonda e per un turismo sempre più sostenibile. In quest’ottica desideriamo coinvolgere anche i nostri clienti e i nostri partner perchè ciascuno di noi può dare il proprio prezioso contributo per un futuro migliore”, commenta Giacomo Battafarano, general manager del Verdura Resort e già apprezzato direttore negli anni scorsi di un noto hotel di Taormina.

Da sempre attento alla responsabilità sociale e ambientale, il resort dispone di tutte le caratteristiche strutturali per produrre energia in modo ecologico, come pannelli solari per la produzione di acqua calda sanitaria e un sistema di riciclo dell’acqua. Queste dotazioni sono accompagnate da una politica finalizzata a preservare la bellezza del paesaggio anche grazie al divieto di circolazione per le automobili a favore di kart elettrici e, sempre a partire dal 2021, ampliando il parco delle biciclette a disposizione che, in collaborazione con Lombardo Bike, raggiunge quota 350 tra pedalata meccanica e assistita. Stessa filosofia per le nuove venti Rocco Forte Private Villas, residenze indipendenti che rappresentano un capolavoro di architettura sostenibile. I 230 ettari di verde rendono il Verdura Resort una destinazione unica nel Mediterraneo anche grazie alla sua capacità di accogliere eventi in esclusiva realizzati con una formula ‘distanti insiemè e nel pieno rispetto dell’impegno per un turismo sempre più sostenibile.

Al suo interno, oltre alla ‘Foresta Verdura Resort’, dal 2014 è operativa anche ‘Verdura Società Agricolà. L’azienda vanta oltre 2.600 mq di terreno dedicati all’orto, dove viene valorizzata la biodiversità grazie alla coltura di ortaggi e piante aromatiche tra cui: melanzane, pomodori, peperoni, meloni, peperoncino, fave, rosmarino, salvia, menta e finocchietto selvatico. Sempre nell’anno di fondazione di ‘Verdura Società Agricolà, è stata avviata anche la produzione di olio extra vergine di oliva, ottenuto dalle varietà di olive appartenenti alla tradizione locale – Cerasuola, Biancolilla e Nocellara – raccolte manualmente e lavorate a freddo entro poche ore per ottenere il massimo risultato dal punto di vista organolettico. L’olio EVO del Verdura Resort ha così superato i propri confini geografici approdando nelle cucine e nei ristoranti di Rocco Forte Hotels in tutto il mondo.

© Riproduzione Riservata

Commenti